Il centro sportivo S. Agata attende la sua Reggina (Foto)

Si ripartirà con la sistemazione della sala stampa "Nakamura" e l'ex biglietteria

Nel periodo in cui per l'emergenza coronavirus si dibatte su protocolli sanitari e strutture adeguate a poter garantire igiene e sicurezza, per fortuna dei tifosi amaranto, a prescindere da quello che verrà deciso, la Reggina potrà godersi il suo centro sportivo, il S. Agata, rimesso quasi completamente a nuovo dal presidente Luca Gallo.

Un impianto che da sempre, anche in ambito nazionale, è stato invidiato da molti per bellezza e motore produttivo, con grandi capacità nella costruzione di talenti . Da questa struttura sono tantissimi i calciatori che hanno effettuato l'intero percorso nel settore giovanile amaranto, molti dei quali ancora in attività e ad alti livelli. E l'obiettivo del presidente Luca Gallo è quello di riportare il centro sportivo ai fasti di un tempo, con l'irrobustimento di investimenti sul settore giovanile da sviluppare all'interno di casa Reggina. Nel frattempo se ne prende cura in maniera attenta, con una serie di interventi di ristrutturazione ed abbellimento, annunciando che si è ancora solo all'inizio di un lungo percorso.

Una serie di scatti collocati nella galleria sottostante, danno la possibilità di ammirare i cambiamenti e le novità, anche se, purtroppo, questo maledetto virus, ha interrotto tra i tanti lavori da effettuare, quelli per la sistemazione della sala stampa Nakamura e la riabilitazione dell'ampio spazio una volta riservato alla biglietteria.