Come preparare i cullurielli salati: la ricetta calabrese

I cullurielli salati sono golose palline fritte con all’interno caciocavallo e acciughe che vengono preparate tradizionalmente nei mesi freddi dell'anno

Le palline cullurielli sono una variante salata dei cullurielli calabresi dolce, cibo povero di origine antichissima. Sono golose palline fritte con all’interno caciocavallo e acciughe che vengono preparate tradizionalmente nei mesi freddi dell'anno.

Si tratta di una ricetta tipica con diverse varianti del nome dell’Italia meridionale, specie in Sicilia, in parte della Puglia, della Basilicata e della Campania.

La ricetta dei cullurielli salati

Gli ingredienti per circa 20 palline:

  • 1040 grammi di Farina di grano tenero;
  • 300 grammi di Patate;
  • 13 grammi di Lievito di birra, a cubetti;
  • 15 grammi di Sale;
  • 450 millilitri di Acqua;
  • 1.50 litri di Olio di oliva per frittura;
  • 40 acciughe sott’olio;
  • 40 bastoncini di caciocavallo.

Come preparare i cullurielli salati

Lavare e cuocere le patate.

Sbucciarle, passarle nello schiacciapatate e lasciarle raffreddare senza mescolare. In una grande ciotola disporre a fontana 1 kg di farina, quindi aggiungere al centro le patate, il lievito sciolto in poca acqua e il sale. Iniziare a mescolare, aggiungendo l’acqua un po’ alla volta e continuando poi a lavorare l’impasto.

Impastiamo delicatamente il tutto cosi da creare un impasto che possa essere maneggiato, pur restando molto morbido. Mettere il panetto ottenuto in una ciotola leggermente infarinata e praticarvi un’incisione a croce.

Coprire con un tovagliolo bagliato e ben strizzato, avvolgere in una coperta e lasciare riposare in un luogo caldo e riparato. Lasciare lievitare circa due ore: trascorso questo tempo l’impasto sarà più o meno raddoppiato di volume. Prelevare con le mani infarinate pezzetti d’impasto di circa 100-120 grammi ciascuno e formare tante palline, facendole rotolare tra le mani.

Sistemare via via le palline sulla teglia da forno infarinata, coprire con un panno e lasciare lievitare per altre tre ore. Riscaldare l’olio in una padella capace e profonda o nella friggitrice.

Schiacciate leggermente le palline, imbottite con due bastoncini di caciocavallo e 2 acciughe e richiudetele a mezzaluna, poi friggetele nell’olio bollente. Fare dorare le ciambelle prima da un lato e poi dall’altro, operazione che richiede pochi minuti e, con l’apposito mestolo forato, scolarle e disporle via via sulla carta assorbente. Magiatele ben calde, con il caciocavallo ancora fondente.