Comunali Reggio, Andrea Cuzzocrea guiderà la lista di Mezzogiorno in Movimento

La battaglia del Movimento è una battaglia di riscatto e di democrazia

Lo ha deciso all'unanimità il direttivo del Movimento composto da Andrea Cuzzocrea, Mimmo Gangemi, Ilario Ammendolia, Gianpaolo Catanzariti, Pierpaolo Zavettieri, Margherita Tripodi, Enzo Caccavari, Pasquale Simari e Rosario Condarcuri, a seguito della riunione degli iscritti del 01 luglio u.s., in cui si è stabilito di partecipare, ovunque possibile, alla tornata elettorale prossima con un candidato a Sindaco.

Una presenza che non mira ad ottenere voti clientelari o su basi parentali, ma a trasformare l’occasione delle prossime elezioni in qualcosa di diverso da una lotta per la mera conquista dell'amministrazione comunale.

Il movimento sente di dover iniziare a confrontarsi con i cittadini e proporre le proprie idee cercandone la condivisione, portando alla base del proprio impegno una strenua lotta in difesa del buon nome della città e dei paesi del Mezzogiorno, dove sicuramente esiste la ‘ndrangheta, ma questa non può trasformarsi in alibi dietro cui nascondere la storica inettitudine e la subalternità delle classi dirigenti.

L’obiettivo è che la città e i paesi vengano governati dai cittadini, senza interferenze di alcun tipo di potere che non abbia la propria legittimazione nella sovranità popolare e senza alcuna ipoteca criminale o affaristica.

Il movimento, nato anni fa per ribadire la necessità che anche in Calabria e in tutto il Mezzogiorno sia rispettata la Costituzione a partire dall’art. 3, che sancisce gli stessi diritti dei cittadini ovunque residenti, intende porre al centro del dibattito la Libertà e la Democrazia, valori fondanti di una società davvero civile e giusta eppure calpestati.

È tempo di affermare, quasi con prepotenza, che noi siamo meridionali, orgogliosi d'esser tali, ma non criminali, come una distorta e strumentale narrazione intende far credere.

La battaglia del Movimento è una battaglia di riscatto e di democrazia, che include il buon governo e pretende la buona amministrazione ma non si ferma a essa.

I valori portati avanti dal Movimento, oltre a rendere migliore e potenziare le realtà territoriali oggi mortificate e umiliate grazie alla connivenza e alla ipocrisia di una estesa classe dominante, vorrebbero impedire così di rendere le elezioni un rito noioso in cui si confrontano i soliti gruppi di potere.

È una semina che guarda con serietà e concretezza al futuro, allo sviluppo economico, alla crescita culturale e al miglioramento della società calabrese e meridionale.

A partire dalla città di Reggio Calabria, le cui vesti tutte le forze politiche oggi presenti hanno deciso di giocarseli ai dadi, Mezzogiorno in Movimento sarà presente, con Andrea Cuzzocrea candidato a Sindaco.