Crisi al Comune e sorti di Reggio, Canale: 'Falcomatà ha fatto tutto da solo e tutto male'

"Scelte spregiudicate ma 'in sicurezza'. La maggioranza andrà avanti". Il commento di Massimo Canale ai microfoni di CityNow

Crisi al Comune di Reggio Calabria, ore infuocate per la politica reggina.

Dopo la sospensione del sindaco Falcomatà e la nomina di Brunetti e Versace, non digerita dai vertici del PD, si cerca adesso di trovare la quadra per non fare saltare il banco tra riunioni, incontri e strategie varie. Intanto nella serata di ieri si è tenuto un meeting online di coalizione tra i vertici del PD regionale e provinciale per cercare di decidere nel dettaglio le linee guida e le richieste che verranno avanzate a Brunetti, probabilmente nella giornata di oggi si terrà un incontro tra i vertici PD ed il sindaco f.f..

Ai nostri microfoni è intervenuto Massimo Canale, avvocato penalista, esponente del Partito Democratico, ex consigliere comunale per un commento sulla delicata situazione attuale.

"Sulla sentenza non mi posso esprimere e non posso commentare nella maniera più assoluta perché non conosco il processo e non posso lanciarmi in considerazioni di carattere tecnico".

Scelte di Falcomatà e sorti di Reggio

Non ha intenzione di commentare gli aspetti tecnici ma su quelli politici sembra avere le idee molto chiare.

"La scelta di Falcomatà? Non ha niente a che fare con la politica, é stata una scelta puramente personalistica. L’unica ragione comprensibile, che pare sia sotto l’occhio di tutti, é che il sindaco sospeso ritiene di poter avere un’assoluta fiducia di tipo personale e non politico su Brunetti e Versace.

E sul futuro e le sorti di Reggio Calabria, l'avv. Canale spiega:

"Che futuro mi aspetto? Sono assolutamente sicuro che il centrosinistra non farà cadere l’amministrazione comunale in carica. Ciò significherebbe andare al voto in una condizione di assoluto svantaggio rispetto al centrodestra e quindi significherebbe consegnare la città al centrodestra senza appello. Sono quindi sicuro che dopo un po’ e probabilmente dopo un rimpasto di giunta si arriverà ad un accordo che porterà questa maggioranza a governare questa città per un tempo determinato che può essere di uno o di due anni. Ci metto la mano destra e anche la sinistra sul fuoco che il comune di Reggio Calabria non salterà".

Riunioni tra i vertici del PD, Canale assente

Componente dell'assemblea nazionale del Partito Democratico Massimo Canale però non partecipa alle riunioni.

"Non sono stato coinvolto nelle riunioni di questo livello. Non è stata una mia scelta ma una decisione di chi governa il partito. A me sta bene perchè sinceramente ho tante cose da fare (ride ndr). Se Boccia pensa di fare la voce grossa e di minacciare di fare cadere la maggioranza e di far venire meno quindi la fiducia a Falcomatà commette un errore storico e grossolano. Falcomatà era assolutamente sicuro che qualunque cosa avesse fatto, sapeva anche per certo che il centrosinistra non si poteva permettere il lusso di andare alle urne. Ha fatto quindi scelte spregiudicate e personalistiche ma 'in sicurezza''.

Falcomatà isolato? Canale: 'Ha fatto tutto male'

"Il documento del gruppo degli intellettuali non è altro che una reazione di vicinanza a seguito dell'allontanamento di Perna. Nulla di più. Per quanto riguarda Falcomatà, ha fatto tutto da solo e tutto male. Anche se non mi appassionano le vicende personali e politiche degli altri non posso che rilevare che anche i suoi rapporti politi all'interno del PD sembrerebbero vacillare".