Fratelli d'Italia, Cusumano: 'Il nostro un progetto vincente. Comune di Reggio ai titoli di coda'

Forte la critica nei confronti di Comune e MetroCity, incapaci secondo Cusumano di affrontare le numerose problematiche locali

'Reggio Calabria e Messina, azioni strategiche per l'integrazione dell'area metropolitana dello Stretto', questo il titolo dell'evento organizzato da Fratelli d'Italia martedi 20 settembre nella segreteria politica dell'avv. Giovanna Cusumano, candidata al Senato della Repubblica per il partito di Giorgia Meloni.

Presenti numerosi esponenti del partito: il commissario provinciale Denis Nesci, il consigliere regionale Peppe Neri, il consigliere comunale Demetrio Marino, il sindaco di Locri Giovanni Calabrese (candidato alla Camera) e Francesco Rizzo, candidato alla Camera in Sicilia.

Secondo l'avv. Cusumano, la forza principale di Fratelli d'Italia è rappresentata da un programma chiaro e dettagliato.

"Gli ultimi sondaggi davano un trend in crescita per Fratelli d'Italia, siamo fiduciosi possa crescere ulteriormente da qui al 25 settembre. La nostra leader Giorgia Meloni non si è risparmiata, facendo un grandissimo lavoro su tutto il territorio nazionale. I 25 punti del nostro programma sono chiari e concreti, è un progetto politico credibile che può rassicurare gli italiani in questo momento di grande difficoltà e incertezza", le parole di Cusumano.

Secondo la candidata alle prossime elezioni politiche, un governo di centrodestra darà la possibilità di dialogare maggiormente con la Regione Calabria, soprattutto sul tema della sanità. Forte la critica nei confronti di Comune e MetroCity, incapaci secondo Cusumano di affrontare le numerose problematiche locali.

"Fratelli d'Italia non guarda al Sud in termini di assistenzialismo ma di sviluppo. Per la sanità basti pensare alle battaglie intraprese da Giovanni Calabrese, sindaco di Locri e candidato alle politiche. Con una squadra di governo di centrodestra, e la possibilità quindi di dialogare con la regione guidata da Occhiuto, sarà possibile intraprendere un percorso di rilancio.

Il nostro territorio, tra Comune e Città Metropolitana, è mortificato ormai da troppi anni. Mancano i servizi essenziali e questo non è accettabile nel 2022. Siamo convinti siano arrivati i titoli di coda per questa amministrazione", assicura Cusumano.

Francesco Rizzo, candidato di Fdi alla Camera in Sicilia, punta in modo deciso sulle potenzialità di un lavoro sinergico tra Reggio Calabria e Messina.

"L'area dello stretto realtà storica per il centrodestra. Fdi intraprende una serie di battaglie per le aree disagiate, a partire dalla flat tax, che dovrebbe dare molto respiro alle partite iva. Ho seguito con attenzione le dinamiche reggine sulla riqualificazione del Museo, l'offerta culturale deve essere integrata con Messina e può garantire scambio infinito tra le due sponde.

Ponte sullo Stretto? Sono stato presidente della commissione valutazione sul Ponte, votai contro perchè penso siano necessarie prima altre infrastrutture, quindi non la considero una priorità", il pensiero di Rizzo.