Desi Volley Palmi senza una casa, Minicuci scrive al sindaco f.f. Versace

"Perchè non si è convenuto ad un affitto agevolato, e quale soluzioni si intendono intraprendere?", le domande di Minicuci a Versace

Dalla gioia alla tristezza, tutto in pochi giorni. La Desi Volley Palmi ha ottenuto sul campo la permanenza nella serie B1 di volley femminile dopo i complicatissimi play-out contro la Zero5 Castellana Grotte.

Dopo la soddisfazione sportiva però, è arrivato un urlo di dolore dalla stessa società sportiva. Il direttore sportivo della Desi Volley, Piero Cannatà,attraverso Facebook ha annunciato il ritiro dai campionati della società reggina.

“È con rammarico che si annuncia il ritiro dai campionati di categoria (B2 e B1). Un ritiro dettato dall'impossibilità di poter avere una ‘casa' dove poter dare seguito al progetto che doveva portarci lontano. Non si conosce il perché le istituzioni, comune di Palmi e città metropolitana di Reggio Calabria, abbiano voluto che ciò accadesse. Di sicuro si sa che le loro azioni hanno portato alla cancellazione del volley nazionale a Palmi.

È impensabile che un ente pubblico dica che le strutture devono fruttare. Abbiamo un preventivo di una struttura geodetica nuova di metri 45x30 completa di impianto elettrico e fari a led al costo di 115mila euro ed è impensabile che un ente pubblico chieda 125 Mila euro per 6 anni per una struttura che non è a norma, non è agibile, non è stata adeguata alle norme antisismiche, non ha un impianto elettrico a norma. Non ha un sistema antincendio.

Perché il comune di Palmi sottoscrive un accordo con la Città Metropolitana dove questa chiede 20mila euro all'anno di fitto pur sapendo le condizioni in cui versava l’immobile? Ci è stato detto che dai parametri quella cifra era giusta per la struttura in questione. Ma per una struttura idonea a fare accedere atleti e pubblico o per una struttura cadente e totalmente da mettere a norma e agibile? E la struttura avrà mai l'agibilità visto che le nuove norme sono decisamente più restrittive rispetto a quando è stata costruita? Perché?

Perché nessun altro comune che ospita un immobile della città metropolitana è stato chiuso e sigillato in quel modo? Forse perché i loro sindaci hanno più potere in consiglio? A noi risulta che il sindaco di Palmi, oltre ad essere sindaco della seconda città della provincia è anche seduto sui banchi della maggioranza. Non conta nulla? Non gli interessa nulla dello sport?”, il duro messaggio di Cannatà.

Il consigliere comunale e metropolitano di Reggio Calabria, Nino Minicuci, appreso della situazione della Desy Volley, ha deciso di interpellare in modo ufficiale il sindaco f.f. della MetroCity, Carmelo Versace.

"Premesso che la squadra di pallavolo femminile Desi Volley Palmi è riuscita a mantenere, per merito sportivo, la categoria B1 femminile dopo i play-out; il direttore sportivo di detta società ha dichiarato che tale disastro è avvenuto perché sia il Comune di Palmi che la Città metropolitana di Reggio Calabria hanno voluto che tutto ciò accadesse chiedendo 125.000.00 euro per sei anni per una struttura che, a suo dire, non è a norma (manca un impianto elettrico a norma e la struttura non è dotata di un sistema antincendio) e che manca di parcheggi e di via di fughe necessarie;

-la Città metropolitana di Reggio Calabria ha sottoscritto un accordo con il Comune di Palmi fissando un fitto di 20.000,00 euro pur essendo la struttura inagibile;

CONSIDERATO che la squadra femminile di Volley di Palmi ha portato, in questi ultimi anni, in alto in Italia sia il nome della città di Palmi che quello della città metropolitana di Reggio Calabria e che tutto ciò è avvenuto con enormi sacrifici personali delle atlete e della società;

Interpello il sindaco f.f. Versace per conoscere quali azioni correttive intende intraprendere per evitare la cancellazione del Volley femminile a Palmi e nel nostro territorio metropolitano;

-per conoscere perché mai non si è convenuto un affitto agevolato per la predetta struttura non a norma magari chiedendo alla società Desi dei corsi di pallavolo femminile per le studentesse delle scuole superiori di Palmi;

-per conoscere se intende attivare iniziative idonei per recuperare il volley a Palmi ed in tutto il territorio metropolitano", il testo della Pec inviata da Minicuci a Versace.

Minicuci