Calabria, Luigi de Magistris: 'Su rifiuti e discariche scelte scellerate'

Secondo il candidato Governatore "Serve insistere sulla raccolta differenziata e sulle filiere del riciclo e del riuso"

Non solo politica, ma anche giustizia, sanità e molto altro. La campagna elettorale del sindaco di Napoli, candidato Governatore per la Regione Calabria tocca anche temi di stretta attualità come, ad esempio, quello riguardante discariche e rifiuti.

Luigi de Magistris sul tema delle discariche

"Apprendiamo dagli amici del movimento politico Saracena in Comune che la Regione Calabria avrebbe in mente di realizzare una discarica da oltre un milione e cinquecentomila tonnellate di rifiuti indifferenziati nel Comune di Firmo (CS), ai confini con i Comuni di Saracena, Altomonte e Castrovillari. Un’idea scellerata! Il territorio in questione è noto, ben oltre i confini regionali, per le sue colture e produzioni di qualità, esportate anche all’estero.

Come si fa a pensare una discarica di rifiuti in mezzo ad uliveti e vigneti, a ridosso degli estesi pescheti ed agrumeti che costituiscono il motore dell’economia di quel territorio?
Una gestione innovativa e virtuosa, attenta all’ambiente, all’economia ed alla salute dei cittadini, dei rifiuti richiede un superamento delle logiche fin qui seguite. A cominciare dalla logica della concentrazione dei rifiuti in mega impianti e mega discariche. Serve insistere sulla raccolta differenziata e sulle filiere del riciclo e del riuso. Bisogna dimensionare il più possibile tale gestione, a livello territoriale e comunale".

Luigi de Magistris ha concluso:

"Ai cittadini, ai lavoratori, agli imprenditori, agli amministratori ed ai movimenti dei territori interessati va tutta la nostra solidarietà. Siamo disponibili a scendere in lotta al loro fianco, convinti che in Calabria solo una grande mobilitazione dei cittadini può mettere fine ad una lunga stagione di malgoverno".