Reggio, ammodernamento aeroporto: i 9 interventi in breve

L'elenco degli interventi previsti dal finanziamento "ristrutturazione e messa in sicurezza dell’aeroporto di Reggio Calabria"

Cosa accade all'aeroporto Tito Minniti? Che fine hanno fatto i 25 milioni previsti per l'ammodernamento? Come saranno impiegati e quando avranno inizio i lavori? Le domande di cittadini, fuori sede e turisti in merito allo scalo di Reggio Calabria sono veramente tante, forse infinite.

Questa mattina, in una conferenza alla presenza della stampa locale, il presidente Sacal Giulio De Metrio e l'onorevole Francesco Cannizzaro hanno provato a fare luce su alcuni aspetti molto importanti come, ad esempio, gli interventi previsti per dare un nuovo volto allo scalo.

Il finanziamento per l'ammodernamento del Tito Minniti

Il finanziamento degli interventi di “ristrutturazione e messa in sicurezza dell’aeroporto di Reggio Calabria” ha origine con l’approvazione della legge di bilancio n.145 del 30 dicembre 2018, che contiene all’art. 1, commi 131 e 132, un emendamento in tal senso proposto dall’Onorevole Cannizzaro e approvato dal Governo.

Con delibera CIPE del 24 luglio 2019 n. 47 all’Aeroporto di Reggio Calabria sono state assegnate risorse FSC 2014-2020 del valore complessivo di 25 milioni di euro, finalizzate all’esecuzione di lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’aeroporto di Reggio.

Immediatamente, SACAL ha elaborato un primo piano d’interventi, presentato in una conferenza stampa in data 8 agosto 2019. A settembre 2019 SACAL ha chiesto l’istituzione di un tavolo tecnico finalizzato a condividere le linee d’intervento e chiarire le modalità per rendere disponibili i fondi stanziati.

Per rendere possibile l’utilizzo delle risorse disponibili, è stato necessario sottoscrivere una Convenzione tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Beneficiario ENAC, ed il Soggetto Attuatore SACAL SpA, che si è resa disponibile ad un co-finanziamento di 2,5 mln di euro in aggiunta ai fondi pubblici assegnati. Tale Convenzione è stata sottoscritta il 17 giugno 2020, con ritardi dovuti al sopraggiungere dell’emergenza sanitaria e del conseguente rallentamento di tutte le attività amministrative.

Tra il secondo semestre 2020 ed il primo semestre 2021, SACAL ha avviato alcune progettazioni con risorse interne ed ha esperito le gare per tutte le altre progettazioni ed i servizi di supporto.

Ad oggi, sono già stati affidati sia incarichi di progettazione per tutti gli interventi previsti, sia gli incarichi di supporto alla Stazione appaltante (gestione gare e verifica progetti).

ENAC ha approvato i progetti che SACAL ha presentato per tre dei nove interventi previsti, Per uno di questi (“Interventi per la sicurezza del volo e per il controllo del traffico aereo”, valore 1,5 milioni di euro) è stata già avviata la procedura d’appalto integrato.

L'elenco degli interventi

  • Adeguamento degli Aiuti Visivi Luminosi delle piste, con implementazione e riqualifica della segnaletica nell’area di movimento degli aeromobili in accordo alle nuove normative europee.
  • Riqualifica degli Aiuti Visivi Luminosi dell’aeroporto, con implementazione di nuova segnaletica, per garantire maggiore sicurezza in fase di approccio, atterraggio, rullaggio e decollo.
  • Riqualifica delle pavimentazioni nell’area di movimento degli aeromobili.
  • Adeguamento antisismico dell’infrastruttura alle nuove normative sulle costruzioni, con interventi sia sulle strutture portanti, sia sui componenti strutturali. Ristrutturazione dell’impianto antincendio a servizio dell’aerostazione passeggeri.
  • Ristrutturazione delle aree comuni e di quelle destinate agli Enti di Stato operanti in aeroporto, con specifico riferimento agli impianti di condizionamento dell’aria e di illuminazione, alla pavimentazione delle aree comuni ed agli impianti idro-sanitari.
  • Ampliamento e riqualifica della sala imbarchi.
  • Demolizioni di ruderi e manufatti pericolosi, riqualifica delle aree di pertinenza con parcheggio Enti di Stato.
  • Riqualifica impianti controllo e smistamento bagagli da stiva.
  • Messa a norma del sistema perimetrale di sicurezza, con installazione di un sistema anti-intrusione a tecnologia avanzata integrato da un sistema di protezione da droni.