Empoli, Corsi: 'Contro la Reggiana, con 15 calciatori di movimento'

Reggiana-Empoli è il primo confronto del prossimo turno, si gioca in anticipo

Pur con il comando della classifica ben saldo e due gare da recuperare, l'Empoli si trova in questo momento ad attraversare il periodo più difficile della stagione. La squadra di Dionisi, lanciatissima verso la solitaria conquista della serie A, è stata bloccata dal covid in maniera pesante ed in virtù di un dilagare di contagi che ha colpito ben 11 calciatori e addirittura 16 della Privamera, è stata fermata dall'Asl locale. Dopo aver giocato il jolly contro la Cremonese e saltato l'incontro con il Chievo, si trova adesso "costretto" a scendere in campo venerdi sera contro la Reggiana, avendo recuperato al momento, solamente tre dei calciatori negativizzati. Il presidente Fabrizio Corsi, si è mostrato preoccupato ed intervenendo alla trasmissione Azzurro Mania, ha cercato comunque di spronare i suoi:

Preoccupazione per il rush finale e la speranza di recuperare qualcuno

"Tra pochi giorni ci aspetta una gara difficilissima a Reggio Emilia contro la Reggiana, una squadra con due grandi valori che la caratterizzano che sono la volontà e la fame nel raggiungere l’obiettivo della salvezza. Attualmente partiremo con 15 giocatori di movimento, quindi con pochissime cambi a disposizione. Vediamo se entro venerdì riusciremo a recuperare qualcuno da portare in panchina. E’ normale che ci sia un pizzico di apprensione per questo finale di stagione ma dobbiamo dispensare ottimismo e serenità, ci aspettano 8 partite in 28 giorni con diverse squadre in lotta per la salvezza che in questo momento sono quelle più difficili. Il destino è nelle nostre mani, non bisogna guardare alle altre squadre ma solo a noi".