Fiction Rai su Riace cancellata, Lucano a CityNow: "Ormai vogliono la dittatura"

Le parole dell'ex sindaco di Riace ai microfoni di CityNow sulla cancellazione della fiction Rai sul modello Riace, con protagonista Beppe Fiorello

Cala definitivamente il sipario sulla fiction Rai sul modello Riace. A mettere una pietra tombale sulla vicenda della fiction che raccontava l’accoglienza dei migranti da parte del paese della Calabria, è l’a.d. della Rai, Fabrizio Salini, rispondendo alle domande dei cronisti durante la conferenza stampa di presentazione dei palinsesti autunnali a Milano: “Non è prevista una collocazione nel palinsesto”.

Ai microfoni di CityNow, l’ex sindaco non nasconde il dispiacere ma assicura come non ci sia sorpresa.

“Me lo aspettavo sinceramente, dopo i diversi rinvii era logico aspettarsi questa decisione. Ormai vogliono la dittatura in tutto, anche nell’informazione. In questo modo vince l’odio e perde il messaggio positivo e di umanità che Riace puntava a trasmettere.

La fiction avrebbe mostrato la storia di una piccola comunità rinata, facendo vedere come la Calabria sa essere terra di accoglienza. Invece non si vedrà nulla di tutto questo, spero che i calabresi  non accettino più questa situazione, perché l’accoglienza e la generosità verso le persone più deboli sono nella nostra indole e nella nostra storia”, le parole intrise di amarezza di Mimmo Lucano.

Seguici su telegramSeguici su telegram