Fotomontaggio pornografico, la Procura dispone l’archiviazione. Angela Marcianò su tutte le furie

L’ex candidata a sindaco, vittima della squallida vicenda, non ci sta: E’ inaccettabile rassegnarsi a tutto ciò

Per diversi giorni, nel corso dell’ultima campagna elettorale, ha tenuto banco uno squallido fotomontaggio pornografico che ritraeva la candidata a sindaco Angela Marcianò. La giuslavorista reggina ha prontamente denunciato, ma giusto oggi a CityNow, la diretta interessata ha comunicato l’archiviazione della vicenda da parte della Procura. Una conclusione che non soddisfa certo la Marcianò – in attesa anche di entrare a far parte del Consiglio comunale - che non le manda a dire:

 “Proprio questa mattina è arrivata la richiesta di archiviazione da parte della Procura perché non ci sarebbero ulteriori elementi sui quali indagare. Io chiedo a tutti coloro che sanno di questa vicenda – e non lo dico perché sono femminista ma lo dico semmai da mamma di un figlio maschio – che non ci si può rassegnare a tutto questo. Io sono a conoscenza del fatto che quel fotomontaggio in quelle ore è venuto fuori da un gruppo WhatsApp. Quindi, consentitemi di dire che se oggi nel 2021 siamo arrivati su Marte è inaccettabile che si archivi una situazione di questo genere così lesiva e mortificante per una persona”.