Gazzetta dello Sport, Cardona: 'Presto le nostre scelte verranno ufficializzate'

"Dovremo esprimere un buon calcio e far divertire i nostri tifosi, lo dovrà fare anche il settore giovanile"

Con l'incontro tra il Dg Martino ed il Ds Taibi si è chiuso il cerchio. La Reggina adesso è ufficialmente pronta per dare il via alla programmazione della nuova stagione. Una Reggina rappresentata nella sua massima espressione dirigenziale da un personaggio di altissimo spessore come l'ex prefetto Marcello Cardona, reggino purosangue, così come lui stesso racconta alla Gazzetta dello Sport, dichiarazioni riprese da PSB:

L'orgoglio del presidente Cardona

"Provo orgoglio per la nomina, per me Reggio rappresenta le radici. Io, come molti della mia generazione, ho lasciato questa terra per studiare e potermi ritrovare qui e dare un contributo al club è motivo di soddisfazione. Chi è figlio di questa terra e aiuta a migliorarla ragiona con un’identità di gruppo. Ringrazio la mia famiglia, gli scout e il mio liceo se sono così. Nel corso della carriera il concetto di trasparenza che già avevo si è accresciuto: questa porterò, assieme al rispetto delle regole. In questi valori si rispecchia anche il patron Saladini e la sua famiglia.

La società avrà una Governance di qualità, con dirigenti che dovranno consolidare il club in ogni settore. Allenatore? Siamo in ritardo, ma abbiamo avuto tanti impegni amministrativi per salvare il club. L’anno prossimo faremo in tempo. Il dg Martino assieme al ds Taibi è deputato alle scelte, che presto saranno ufficializzate. Il nostro obiettivo è dare serenità a tutti i tifosi, che ci seguono con affetto da ogni dove. Dovremo esprimere un buon calcio e farli divertire, lo dovrà fare anche il settore giovanile".