Chi è Marcello Cardona, il nuovo presidente della Reggina

Nella sua carriera arbitrale ha diretto 32 partite in serie A e 88 in B

Nel giorno della presentazione ufficiale come presidente della Reggina, ha impressionato tutti per dialettica, contenuti, senso di appartenenza, eleganza. Marcello Cardona è riuscito a mettere insieme tutti quegli elementi che i tifosi della squadra amaranto cercavano da tempo e l'impatto è stato di quelli decisamente positivi.

Marcello Cardona è nato a Reggio Calabria il 4 dicembre del 1956, prefetto ed ex arbitro di calcio, oggi presidente della Reggina. Dal 30 dicembre 2020 al 31 dicembre 2021 è stato Commissario per il coordinamento delle iniziative delle solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e dei reati intenzionali violenti.

Carriera in polizia e prefettura

Nel 1981 è vincitore del concorso per funzionario di Polizia di Stato. Nel 1982 è dirigente della squadra mobile di Sondrio. Dal 1982 al 1995, si occupa di criminalità organizzata a Milano.

Nel 1990 è incaricato a svolgere la funzione di collegamento tra il Ministero dell'Interno e l'Organizzazione dei campionati mondiali di calcio "Italia 90".

Viene assegnato all'Ispettorato di Polizia della Camera dei Deputati svolgendo contestualmente funzione di collegamento con la Commissione Antimafia. Nel 2002 svolge la propria attività presso l'Ufficio delle Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio.

Assegnato successivamente alla Questura di Roma dirige il Commissario Aurelio, l'Ufficio Immigrazione e il Commissariato Centro "Trevi-Campo Marzo" ed assume infine l'incarico di Vicario del Questore di Roma, dirigendo delicatissimi servizi nella Capitale di ordine e sicurezza pubblica.

Nel 2009 è incaricato questore di Varese. Nel 2012 questore di Livorno, tre anni dopo nominato dirigente generale di Pubblica Sicurezza, è incaricato quale questore di Catania, mentre nel 2017 assume l'incarico di questore di Milano.

Nel 2019, su proposta del Ministro dell'Interno, è nominato prefetto.

Nel dicembre del 2020 viene incaricato dal Governo, su proposta del Ministro dell'Interno, Commissario per il coordinamento delle iniziative delle solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e dei reati intenzionali violenti al Viminale.

Il suo percorso sportivo

Dal 1973 al 1996 svolge l'attività di arbitro di calcio nella F.I.G.C. Il 3 settembre 1989, si registra il suo esordio in serie B, mentre nella massima serie la stagione successiva il 2 dicembre del 1990. L'ultima gara della carriera arbitrale è Venezia-Chievo il 19 maggio del 1996. Sono 32 le partite dirette in serie A e 88 in B.

Nel 1997 viene nominato Arbitro Benemerito. Dal 2003 al 2008 svolge l'incarico di Procuratore Arbitrale Nazionale.

Il 25 giugno 2022, il nuovo patron della Reggina Felice Saladini, lo nomina presidente del club amaranto, squadra della sua città.