Reggio è arte, l'iniziativa benefica di Gels a CityNow: 'Chi ci sostiene aiuta una bella causa'

Ai ragazzi che hanno dato vita ai quadri apparsi in centro non interessa vendere le loro idee, ma aiutare l'associazione Autopia

Non è forse vero che "La bellezza salverà il mondo"? Di certo potrebbe "salvare" Reggio Calabria. L'idea di colorare di piccoli quadri il suo centro storico è di alcuni ragazzi, amici sin dall'infanzia, che hanno raccontato la loro iniziativa, a scopo benefico, ai microfoni di CityNow.

"Gels" ed i quadri appesi in centro città

Quadri Famosi Reggio Calabria Gels

Come sensibilizzare i reggini sul tema della bellezza? Inserendo la città all'interno di un contesto inedito, come quello dei dipinti più famosi al mondo. La notte stellata di Van Gogh, il bacio di HayezLa persistenza della memoria di Dalí, il Viandante sul mare di nebbia di Caspar David Friedrichl'urlo di Munch. Sono queste le opere scelte dai giovani reggini che hanno deciso di associarvi luoghi molto significativi della città. Da Opera di Tresoldi passando per l'Arena Ciccio Franco, il lungomare Falcomatà ed una vista panoramica di Reggio Calabria.

Il progetto di "Gels" non è recente come potrebbe sembrare. Nonostante l'apparizione delle misteriose grafiche in centro sia avvenuta solamente qualche giorno fa, dietro c'è la volontà di 5 giovani di far apprezzare, davvero a tutti, le bellezze della città.

Come nasce l'iniziativa: il racconto a CityNow

Quadri Famosi Reggio Calabria Gels 4

Gels, acronimo che nasce dalle iniziali dei ragazzi da cui tutto ha avuto inizio, nasce nell'estate del 2017, come spesso accade con le idee migliori, per un po' è rimasta ferma nel cassetto, per poi essere ripescata al momento più opportuno.

"Ci accomuna lo scoutismo - raccontano i Gels a CityNow. Il progetto nasce da lì. Siamo sempre noi 5 a fare gruppo, più che altro per divertirci. Poi abbiamo continuato su questa strada anche una volta diventati più grandi. Studiamo tutti all'università, quasi tutti ingegneria ed uno di noi giurisprudenza".

La raccolta di grafiche che, in questi giorni, hanno spopolato sui social prende il nome di "Reggio è arte".

"Siamo tutti bravi con Photoshop e, mesi fa, avevamo creato "Reggio è arte". Abbiamo constatato che alla gente l'idea piaceva e quindi abbiamo pensato perché non proporle alla città dal vivo e non solo attraverso i social? L'idea era già da un po' nelle nostre menti ma, a causa del Covid e delle varie zone rosse è slittata alla primavera".

L'iniziativa dei quadretti in pieno centro storico ha riscosso un notevole successo, tanto che gli stessi creatori non si aspettavano una simile risposta da parte della città:

"Non ci aspettavamo questo riscontro. Siamo rimasti molto colpiti dalla risposta dei reggini. C'è chi è andato a vederli più e più volte, chi ci ha fatto foto, video, storie".

Ma sul futuro e le sorprese che questo ci riserverà i Gels stanno molto attenti a non dare troppe anticipazioni:

"Forse arriverà qualcos'altro, chi lo sa".

Il ricavato in beneficenza

Quadri Famosi Reggio Calabria Gels 3

La domanda che tutti si fanno, adesso, è: "È possibile acquistare queste bellissime opere? E se si, come?".

La risposta arriva direttamente dai creatori:

"A noi non interessa guadagnare sulle grafiche che abbiamo realizzato. Lo abbiamo fatto perché lo desideravamo da tanto. In ogni caso chi volesse avere o regalare uno dei quadretti lo può fare semplicemente contattandoci tramite social e lasciando, se vuole, una donazione che andrà a finanziare un'associazione cittadina che si occupa di persone affette da autismo o disabilità".

L'intero ricavato delle grafiche di Gels sarà devoluto all'Associazione Autopia, nata nel periodo del Covid, senza fini di lucro, agisce per la promozione e la tutela dei diritti della persona con particolare attenzione alla sfera dei bisogni delle persone vulnerabili, disabili e/o diversamente abili, e di questa azione sono parte attiva i volontari, familiari,
professionisti, operatori e soggetti portatori di handicap.

Maggiori informazioni

Facebook

Instagram