Basket, Ginobili nella Hall Of Fame: 'Grazie Viola Reggio Calabria'

"L’esperienza italiana per me è stata molto importante. Lì sono diventato non solo il giocatore poi visto in NBA", le parole di Ginobili

Nella notte si è tenuta a Springfield la cerimonia ufficiale dell'introduzione della classe 2022 della Hall Of Fame Nba dove i riflettori sono stati tutti per l'ex Viola Manu Ginobili. Il quattro volte campione Nba con i San Antonio Spurs è stato introdotto dalk'ex compagno di squadra Tim Duncan e, durante il discorso, ha avuto un pensiero per l'Italia dove è cestisticamente cresciuto.

"L’Italia è stata la mia prima fermata oltreoceano. Nella Viola Reggio Calabria il coach (Gaetano Gebbia) ha avuto fiducia in me nei momenti difficili, grandi veterani che mi hanno mostrato la strada. È stato un primo passo fantastico nel basket europeo. Poi il salto alla Virtus Bologna, quando sono stato allenato da Messina che mi ha insegnato come raggiungere i trofei e lo abbiamo imparato molto velocemente. Grazie coach.

La NBA è diventata da un sogno irraggiungibile a un obiettivo realistico dopo aver giocato per te (Ettore Messina) e grazie a un gruppo fantastico di compagni, vincente abbastanza per trionfare in Eurolega - conclude - L’esperienza italiana per me è stata molto importante. Lì sono diventato non solo il giocatore poi visto in NBA ma anche l’uomo che sono ora. Quindi ringrazio tutti coloro che ne sono stati parte", le parole di Ginobili.