Calabria - Elezioni regionali, gradimento Governatori: Oliverio in fondo alla classifica

Impietosa fotografia dell’Swg che incorona due presidenti del nord e boccia quelli di Calabria e Sicilia

In fondo alla classifica. Per l’ennesima volta. Ma questa volta non è la Calabria, regione, per i suoi problemi e disservizi, ma il governatore uscente Mario Oliverio. Così risulta dalla fotografia scattata dall’Swg che ha indagato sull’efficacia dell’operato dei presidenti delle Regioni italiane. Il campione di riferimento intervistato tra ottobre e novembre - di poco meno di 11 mila  persone, maggiorenni residenti in Italia, ad esclusione di Umbria, Molise, Valle d'Aosta e Trentino-Alto Adige - mette sul podio due governatori di Regioni del Nord: Luca Zaia in Veneto e Stefano Bonaccini in Emilia Romagna.

Per Oliverio, che sta facendo la guerra al suo partito per una ricandidatura che non ci sarà sotto le insegne del Pd, l’ultima casella della speciale classifica, preceduto da Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia. Un risultato, questo, che in qualche modo spiega la posizione del Partito democratico che attraverso propri sondaggi aveva appurato in tempi non sospetti il “non gradimento” dei calabresi. Testimonianza ne sia il fatto che i democrat sono ancora in cerca di un candidato in Calabria, mentre hanno riconfermato l’uscente Bonaccini in Emilia. In entrambe le regioni si voterà il 26 gennaio 2020.