In preghiera per la Pace, la Chiesa reggina in comunione col Papa

Per decisione di monsignor Morrone, la chiesa reggina vivrà intensamente il momento di preghiera voluto dal Santo Padre

Venerdì 25 marzo, durante la "Celebrazione della Penitenza" che presiederà alle 17 nella Basilica di San Pietro, papa Francesco consacrerà all’Immacolato Cuore di Maria la Russia e l’Ucraina. Lo stesso atto, lo stesso giorno, sarà compiuto a Fatima dal cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere pontificio, come inviato dal Santo Padre.

Rispondendo all'invito del pontefice, l'arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova comunica che - per decisione dell'arcivescovo, monsignor Fortunato Morrone - la Chiesa reggina vivrà intensamente il momento di preghiera voluto dal Santo Padre. Durante il collegamento in diretta con la Basilica di San Pietro, monsignor Fortunato Morrone pregherà in Cattedrale insieme a tutti coloro che vorranno condividere questo momento di preghiera. Tutte le altre liturgie, comprese le pie devozioni (come le Via Crucis nelle parrocchie) e la Veglia all'Eremo per l'Akatistos, sono sospese.

«Auspico che si partecipi unanimi a questo evento straordinario» ha dichiarato il Vicario generale della Chiesa reggina, don Pasqualino Catanese. «Ognuno se può crei un collegamento con Roma» - ha aggiunto il Vicario spiegando come «quel giorno tutta la Chiesa universale sotto la presidenza del papa pregherà per la Pace e implorerà l'aiuto della Madre Santissima per la Russia e l'Ucraina». Don Catanese,infine, ha specificato che «nelle parrocchie a parte le messe della Solennità dell'Annunciazione tutto il resto, anche le Via Crucis,sarà annullato».