Incendi in tutta Reggio, Falcomatà: 'Chiederemo lo stato di calamità'

Il sindaco ha annunciato la richiesta da avanzare al Governo affinché venga risarcito chi nel fuoco ha perso interi uliveti e frutteti

"Sono ore drammatiche per la nostra città. Da ieri decine di incendi hanno colpito le zone collinari, in alcuni casi arrivando fino alle abitazioni".

Lo ha scritto il sindaco Falcomatà, in un post su Facebook, in cui comunica ai reggini la presenza dell'amministrazione sul territorio comunale rispetto agli incendi che, in questi giorni, divampano sempre più numerosi, in particolar modo nelle zone collinari.

Incendi a Reggio: interviene l'amministrazione

FB IMG 1627735129044

"Da stamattina siamo in giro a verificare la situazione e a dare un po’ di conforto ai cittadini.

Ci sono zone tra Trunca, Oliveto e Santa Venere dove sono andate a fuoco intere colline. Stessa cosa tra Ortì e Terreti, ed ora è minacciata anche la zona di Vito e Pentimele".

Il resoconto è davvero drammatico. Il primo cittadino ha toccato anche il tasto dolente dell'origine di questi incendi:

"In molti casi appaiono di origine dolosa e che si propagano per il forte caldo di questi giorni, arrivando a pochi metri dalle case, uccidendo animali e distruggendo ettari di verde. È un disastro".

Stato di calamità

"Voglio ringraziare la Prefettura, le forze dell'ordine, tutte le squadre dei vigili del fuoco che lavorano ininterrottamente da giorni, i volontari della Protezione Civile, i lavoratori di Calabria Verde e tutti i cittadini che stanno dando una mano.

Prego tutti i cittadini di fare molta attenzione, di evitare le zone colpite dagli incendi perchè le fiamme possono essere imprevedibili e di allontanarsi dalle abitazioni se avvolte dal fumo.

Ho chiesto alla Prefettura di aprire un tavolo per monitorare costantemente la situazione e verificare anche i danni che stanno registrando, la prima riunione sarà tra qualche minuto.

Chiederemo lo stato di calamità, perchè lo Stato risarcisca chi nel fuoco ha perso interi uliveti e frutteti".