La scuola riparte, gli auguri della Regione Calabria per il nuovo anno scolastico

"Emozioni, aspettative, timori e speranze. Ancora nove mesi di un tempo scandito dal suono della campanella". Gli auguri della regione Calabria

Di seguito il messaggio augurale congiunto del Presidente della Regione Mario Oliverio e dell’assessore regionale alla Pubblica Istruzione e alle attività culturali Maria Francesca Corigliano per l’inizio dell’anno scolastico in Calabria.

“La scuola riparte. O, meglio, gli scolari e gli studenti riprendono (o intraprendono) l’attività scolastica, mentre docenti e dirigenti sono già al lavoro da tempo affinché l’anno possa iniziare e proseguire nel migliore dei modi. Emozioni, aspettative, timori e speranze. Quelle dei ragazzi, dei genitori, dei nonni. Ancora nove mesi di un tempo scandito dal suono della campanella, dalle ore in classe e dai compiti a casa, dall’equilibrio tra studio e socialità. Un tempo indispensabile al proprio divenire. Il tempo della scoperta del sé e della costruzione del noi. Un tempo felice o una corsa ad ostacoli. Dipende dalla condizione personale, familiare e sociale. Dipende dalla capacità dei docenti di accogliere, di osservare e interpretare, di capire e di comprendere, di pretendere, di diversificare, di vigilare, di stimolare, di rispettare. Dipende dalla capacità dei genitori di interrogarsi, di confrontarsi, di chiedere e offrire aiuto, di collaborare. E il ruolo delle Istituzioni, al fianco della famiglia e della scuola, non è secondario. 

Noi, Presidente e Giunta, in questi anni abbiamo fatto la nostra parte. Abbiamo utilizzato i fondi europei per rendere più sicuri e accoglienti gli edifici scolastici, per attrezzare le scuole con laboratori e aule informatiche, per realizzare progetti volti a contrastare la dispersione scolastica, per educare i ragazzi all’esercizio della cittadinanza attiva e alla consapevolezza nel rapporto con l’ambiente, per facilitare l’esercizio del diritto all’apprendimento anche nelle aree interne. Abbiamo utilizzato i fondi ordinari per garantire il diritto allo studio, con un’attenzione particolare alle pari opportunità. Lo scorso anno, per la prima volta, gli studenti con disabilità delle scuole secondarie di secondo grado hanno potuto fruire sin dai primi giorni di scuola degli assistenti all’autonomia e alla comunicazione, mentre una somma straordinaria è stata destinata ai poli per l’inclusione scolastica e alle scuole ospedaliere. Quest’anno abbiamo aumentato la somma destinata ai Comuni per l’acquisto degli scuolabus e continueremo a sostenere, in attuazione della legge sul diritto allo studio, i progetti delle scuole per rafforzare la funzione culturale della scuola e la formazione in servizio degli insegnanti rispetto alle emergenze educative. 

La scuola, istituzionalmente presidio di cultura e di legalità, svolge una funzione essenziale anche, e a maggior ragione, nei territori più decentrati. Per questo abbiamo proposto al Consiglio Regionale la modifica delle linee guida sul dimensionamento scolastico, abbassando il numero di alunni necessario al mantenimento dei plessi e prevedendo opportune deroghe per le situazioni più difficili. Certo, rispetto all’istruzione ci sono questioni aperte, a livello nazionale, che richiedono una maggiore e più consapevole attenzione del Governo. Noi attendiamo fiduciosi gli interventi volti all’eliminazione delle classi pollaio, all’estensione del tempo pieno, alla riflessione indispensabile sulla validità delle prove Invalsi. E intanto guardiamo con rispetto, fiducia e stima al mondo della scuola calabrese, con cui in questi anni l’interazione è stata costante e proficua anche grazie alla collaborazione con l’USR Calabria. Auguri a tutti, dunque, per il nuovo anno. Un augurio particolare ai docenti neo immessi in ruolo e ai Dirigenti Scolastici vincitori dell’ultimo concorso che dal primo settembre hanno assunto una grande responsabilità. Auguri”. 

Mario Oliverio – Presidente Giunta Regione Calabria

Maria Francesca Corigliano – Assessore regionale Pubblica Istruzione e Attività culturali

Seguici su telegramSeguici su telegram