'Sembravano applausi': la storia di Marcello Fonte a Speciale Tg1 - VIDEO

Lo speciale tg1 racconta l’umile ascesa al successo di Marcello Fonte, consacrata dalla vittoria a Cannes

51 minuti per raccontare una vita: quella di Marcello Fonte.

Uomo semplice, buono e bizzarro, sia nell’aspetto che nella personalità. Marcello è nato a Reggio Calabria, ma ha trascorso parte della sua vita a Roma.

"Sono venuto per tre giorni - racconta l'attore - e invece ci sono rimasto per 17 anni. Stavo morendo e il teatro mi ha salvato la vita". 

Marcello vive alla giornata in una piccola stanza all’interno del Nuovo Cinema Palazzo fino a quando non supera un provino cinematografico, diventando il protagonista del nuovo film di Matteo Garrone. Con la parte in Dogman, l'attore reggino si ritrova catapultato in un mondo frenetico e distante dal suo.

"Matteo è un grande giocatore, una bellissima persona e quando uno come lui ti sceglie, crede in te, tutto cambia". 

A raccontare la storia di Marcello è lo Speciale Tg1, in un servizio andato in onda domenica 29 marzo 2020 alle ore 23.30 su Rai1. In collaborazione con Rai Cinema, il film documentario di Maria Tilli sulla vita di Marcello Fonte prende il nome di "Sembravano applausi".

"Quando sono nato nessuno credeva che mia madre fosse incinta, pensavano fosse in menopausa e invece... Sono cresciuto in una baracca costruita all'interno di una discarica da mio padre. Ricordo ancora il tetto fatto di lamiere, ogni volta che pioveva sembrava di sentire degli applausi".

Quella narrata dalla Rai agli italiani è la storia di un percorso umano e professionale emozionante. Un’umile ascesa al successo, consacrata dalla vittoria a Cannes come miglior interpretazione maschile. Il racconto di un uomo rimasto sé stesso, nonostante le luci dei riflettori.

“A fine set mi sono chiesto: come ricomincerò la mia vita? Dov’è casa mia? Allora ho deciso di fare finta che fosse tutto un sogno. Dopo che sali in alto scendere è brutto. Più sali e più ti fai male e quindi dopo un’esperienza del genere è dura ritornare”.

Dopo Cannes, Marcello è tornato più volte nella sua Reggio Calabria.

Nel documentario vengono mostrate scene inedite del dietro le quinte del film che, dal 2018, non ha smesso di far parlare di sè.

Per vedere il servizio completo, CLICCA QUI.