Reggio, nozze in zona rossa: per Arianna e Nino vince l'amore - FOTO

Le restrizioni della zona rossa non hanno fermato il sogno d'amore di due giovani sposi di Reggio Calabria

Non se ne vedono più così tanti, eppure c'è ancora chi, nonostante la pandemia, sceglie ugualmente di coronare il proprio sogno d'amore. È il caso di Nino e Arianna, giovani sposi che questa mattina hanno detto il loro "si" a Reggio Calabria.

Nozze in zona rossa

Matrimonio Zona Rossa 1

Fino a qualche anno fa, le più famose erano di certo le "nozze rosse" di Game of Thrones, ma con l'arrivo del Covid e dei colori delle regioni, non è più così strano sentir parlare di matrimoni abbastanza particolari, ma pur sempre felici, al contrario di quelle della nota serie tv.

Basti pensare al ridotto numero di invitati, all'impossibilità di pranzare o cenare fuori con amici e parenti, al coprifuoco la sera, al viaggio di nozze posticipato.

Nei primi giorni di pandemia tutte queste restrizioni hanno lasciato nello sconforto migliaia di coppie che hanno visto frantumarsi il loro sogno d'amore. Con il passare dei mesi, convivere con il Covid è stato più "accettabile", ma di certo non semplice. Si è iniziato a ridurre il numero dei partecipanti, si sono scelte location all'aperto anche per celebrare le messe, i sorrisi sono stati celati dalle mascherine.

Il "si" di Nino e Arianna a Reggio Calabria

Matrimonio Zona Rossa 2

C'è chi ha rinviato in attesa di tempi migliori, ma non i due giovani reggini che abbiamo incontrato all'uscita di palazzo San Giorgio, subito dopo la pronuncia del loro fatidico "si". Sono Antonino Locri e Arianna Morabito, rispettivamente 25 e 23 anni.

Il loro matrimonio ha avuto luogo nella sala dei lampadari del palazzo comunale ed il rito è stato officiato dal consigliere Giuseppe Sera. I ragazzi tre mesi fa avevano fatto richiesta per il matrimonio e, una volta ottenuta, non hanno dovuto far altro che presentarsi per ufficializzare la loro promessa.

Quella dei due giovani reggini, da 7 anni insieme, è una storia che infonde speranza non solo in tutti i futuri sposi, ma anche in tutta la comunità stanca di sentir parlare unicamente di tragedie.

"La luna di miele ed il ricevimento sono rimandati - hanno raccontato Arianna e Nino ai microfoni di CityNow - abbiamo rispettato tutte le norme anti-Covid, ma ci siamo sposati".