Maturità 2019: ecco le tracce della prima prova

Ecco gli autori che gli studenti si sono trovati nelle tracce della prima prova della maturità

Corrado Stajano, Leonardo Sciascia e Ungaretti. Sono questi alcuni degli autori che gli studenti si sono trovati nelle tracce della prima prova della maturità.

Per mezzo milione di studenti oggi comincia la maturità. Sui banchi sono state rilasciate da poco sette tracce per prova scritta di italiano: due per la tipologia A, tre per la tipologia B e due per la tipologia C.

Come succede ogni anno, i ragazzi ammessi all’esame di maturità potranno dunque scegliere tra diverse tipologie di temi: analisi del testo, ambito artistico letterario, ambito scientifico, ambito socio-economico, ambito storico-politico e tema di attualità.

LE TRACCE

  • Il porto sepolto, confluita nel 1942 nella raccolta L’allegria, di Giuseppe Ungaretti. È questa una delle tracce per la prima prova scritta dell’esame di maturità 2019.
  • Eredità del Novecento di Corrado Stajano.
  • Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia. Il romanzo racconta la storia di alcuni omicidi commessi dalla mafia e della lotta del comandante dei Carabinieri Bellodi per scoprire la verità ed arrestare i colpevoli. Nel 1968 il regista Damiano Damiani ne ha tratto un film.
  • Un brano di Fernbach su “llusione conoscenza”.
  • Gino Bartali, il campione di ciclismo nominato «Giusto tra le nazioni» per aver salvato numerosi ebrei, in tema attualità tra sport e storia.
  • Per il tema di attualità, ai ragazzi è chiesto di riflettere sulle figure del generale Dalla Chiesa, martire di Stato ucciso in un attentato mafioso a Palermo nel 1982.
  • Il piccolo alfabeto civile dello storico dell’arte Tomaso Montanari, «Istruzioni per l’uso del futuro», pamphlet sul valore del patrimonio culturale, che invita a una vera rivoluzione: educare all’amore per il bello e la conoscenza.

Gli studenti avranno a disposizione 6 ore per terminare il tema.

Seguici su telegramSeguici su telegram