Un'altra 'Milano Fashion Week' per il designer calabrese Giuseppe Fata

Anna Piaggi, la regina irriverente della moda che inventò il vintage, si veste delle teste scultura di Giuseppe Fata

Il designer Giuseppe Fata ha presentato alla Milano Fashion Week la sua nuova collezione di copricapo “Head Sculpture Designer - Piaggissima”, un tributo ad Anna Piaggi, icona di stile in Vogue Italia.

Il progetto moda Piaggissima è stato realizzato in collaborazione con il fotografo Lello Chiappetta e il Make-Up Artist Dario Caminiti, quest'ultimo collaboratore da più di un decennio del designer.

In questa edizione digitale delle sfilate milanesi, il direttore creativo Giuseppe Fata si è ispirato a un’icona del giornalismo di moda mondiale e scrittrice internazionale: Anna Piaggi, la regina irriverente della moda che inventò il vintage.

La leggendaria Anna Piaggi, nata a Milano nel 1931, è stata una giornalista, consulente di moda e trend setter dall’estroso talento. Amava i vestiti – pare ne avesse più di duemila – e non appariva mai in pubblico con lo stesso abito. È stata traduttrice per Mondadori, ha ricoperto il ruolo di Editor at Large per Condé Nast, scrivendo per magazine come Vogue Italia e, dal 1980, ha diretto il nuovo progetto della rivista d’avanguardia Vanity.

Questa nuova e unica visione di ‘copricapo scultura’ concepita da Giuseppe Fata è caratterizzata dalla volontà di ripercorrere la storia di un personaggio incredibilmente esuberante e fortemente eclettico.

La collezione Piaggissima è tra le protagoniste del Fashion Film “Drawer of Dreams” realizzato dalla Beauty Fashion Accademy per Milano Fashion Week F/W 2021 nell’affascinante dimora della contessa Maria Teresa Vespignani Boselli, presso lo storico Palazzo Cusini a Milano.

Per la presentazione del Fashion Film, Giuseppe Fata, si è avvalso della straordinaria partecipazione della nota stilista internazionale Elisabetta Polignano.

L’ispirazione del nome della collezione deriva dall’incontro tra la signora Piaggi e il designer Fata il quale, per realizzare le opere, ha utilizzato un mix di materiali vintage, proprio per celebrare lo stile e il gusto della moda, attraverso la follia, l’autenticità e la diversificazione.

La dichiarazione di Giuseppe Fata a chiusura dell’evento:

"L’ispirazione della mia nuova collezione sulle teste sculture nasce da un episodio avvenuto a Parigi nel lontano 1998. Al termine di una sfilata, incrociai la famosa signora Piaggi. La riconobbi e rimasi a guardarla, ammaliato dalla sua forte personalità. Nel momento in cui mi passò davanti, le cadde un fiocco dal cappello che raccolsi immediatamente. Andai subito verso di lei per riconsegnarglielo. La signora Piaggi mi ringraziò e chiese quale fosse il mio nome. Emozionato e incantato le risposi. A quel punto, lei mi sorrise e disse: “Lo può tenere! É un mio regalo, ne faccia tesoro… e un giorno si ricorderà di me”.

Giuseppe Fata ne ha fatto davvero “tesoro” di quel cimelio. E oggi, a distanza di oltre vent’anni, il Genio dell’Arte sulla Testa propone una collezione unica e straordinaria proprio come il mito che l’ha ispirato.