Calabria, Alessia muore a 24 anni: aveva ricevuto la prima dose di Moderna

Ancora da stabilire la correlazione tra la prematura morte di una giovane calabrese e la somministrazione del vaccino

Non è stata ancora stabilita la correlazione tra la tragica e prematura morte di una giovane calabrese e la somministrazione di un vaccino anti-Covid. La vita di Alessia si è spenta a soli 24 anni. Il sindaco del Comune di Mendicino, in provincia di Cosenza ha dichiarato il lutto cittadino nella giornata di ieri, giovedì 10 giugno.

La prematura scomparsa di Alessia

Secondo quanto riportato da Il Quotidiano del Sud, l’Azienda Ospedaliera di Cosenza sta conducendo una serie di approfondimenti dopo il decesso avvenuto al Pronto Soccorso di una ragazza di 24 anni di Mendicino. Alessia era stata colpita da un'embolia polmonare.

Alla ragazza, secondo quanto si apprende, era stato somministrato a metà maggio il vaccino Moderna, ma naturalmente non può essere stabilita al momento alcuna correlazione. Il servizio di Farmacovigilanza dell’ospedale sta raccogliendo i dati necessari per procedere con l’eventuale segnalazione all’Aifa.

Lutto cittadino a Mendicino

"Alla luce del dolore profondo che ha colpito la nostra comunità per la perdita della nostra giovanissima Alessia ho appena deciso di proclamare per domani lutto cittadino. Le bandiere del Municipio saranno poste a mezz’asta. Alla famiglia di Alessia la mia personale vicinanza e quella di tutti i cittadini mendicinesi. Che la terra ti sia lieve piccolo angelo" ha scritto il sindaco Antonio Palermo manifestando la vicinanza dell'amministrazione alla famiglia.

Fonte: Il Quotidiano del Sud