'Ndrangheta, morto il boss Giovanni Tegano

Aveva 81 anni. In occasione del suo arresto, una donna gridò: “Tegano è uomo di pace”

È morto il boss di ‘ndrangheta, Giovanni Tegano, per molti anni al vertice dell’omonima cosca del quartiere Archi di Reggio Calabria. Condannato all'ergastolo, Tegano è riuscito a rimanere latitante dal 1993 al 2010, quando la squadra mobile di Reggio Calabria lo aveva scovato in una casa nella zona di Terreti. In quegli anni il boss faceva parte della lista dei 30 più ricercati d’Italia.

A seguito del suo arresto, di fronte la Questura di Reggio Calabria una donna gridò: “Tegano è uomo di pace” perchè durante la sua latitanza, lo stesso, d’accordo con Pasquale Condello, avrebbe mandato delle imbasciate nelle carceri per evitare frizioni all’interno delle cosche reggine.