Reggio perde un pezzo di storia. E' morto il Giudice Giuseppe Viola

Magistrato di professione e straordinario dirigente sportivo, ha creato il "mito" Viola

Un giorno triste per la città di Reggio e soprattutto per i tifosi della Viola. Si è spento all'età di novanta anni il Giudice Giuseppe Viola. Magistrato di professione ma grande appassionato di basket, nel 1966 rileva l'AICS, la squadra di pallacanestro allora più rappresentativa della città di Reggio Calabria ribattezzandola Cestistica Piero Viola, per onorare la memoria del fratello, una società che negli anni è diventata vero e proprio mito e che grazie alla sua straordinaria capacità manageriale e competenza, è riuscito a portare dai campionati minori fino alla serie A negli anni ottanta.

Oltre ad essere stato presidente della società neroarancio dal 1966 al 1988 ha ricoperto altri incarichi nella Lega Basket e nella Federazione Italiana Pallacanestro. Si dice addio ad un personaggio che ha lasciato una straordinaria impronta nel mondo dello sport reggino e non solo e punto di riferimento per diverse generazioni.

La redazione di CityNow si unisce al dolore della famiglia.