Motta San Giovanni, consigliere comunale decaduto. Negata la surroga a Rita De Lorenzo

La prima dei non eletti della lista "La Città che Vogliamo” a sostegno del sindaco Verduci, desidera venga riconosciuta la surroga quindi il diritto a svolgere il ruolo di consigliere comunale di Motta San Giovanni

Rita De Lorenzo ha inoltrato la seguente nota stampa in merito alla mancata dichiarazione di decadenza di un consigliere del Comune di Motta San Giovanni.

La nota stampa

Ho preso spunto dal comunicato, pubblicato su Facebook, dall’associazione A.N.CA.DI.C. relativo alla situazione che vede decaduto dalla propria carica uno dei Consiglieri di maggioranza e del mio conseguente subentro, per rendere noto a tutti che, dopo l’invio di una mia prima PEC  (Posta Certificata, raccomandata AR), inviata in data 8/11/2020, al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale, al Segretario Comunale e al Consiglio Comunale, che non ha sortito alcune effetto, ho incaricato il mio legale, avv. Lorenzo Fascì al fine di apprestare ogni forma di tutela secondo le Leggi vigenti.

L’avvocato Fascì ha inviato, in data 5/12/2020 sempre via PEC (clicca per consultare) , al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale, al Segretario Comunale una diffida. Ad oggi, per entrambe le comunicazioni, sono in attesa di ricevere riscontri.

Resto a dir poco basita per “l’assordante” silenzio del Sindaco e dell’intero Consiglio Comunale di fronte alla palese violazione dei diritti da me acquisiti in quanto, in qualità di “prima dei non eletti”, dovrei, a ragione, entrare a far parte del Consiglio Comunale del Comune di Motta San Giovanni.

Ciò rappresenta una palese prevaricazione non solo nei miei confronti ma nei confronti di tutti i cittadini del Comune di Motta San Giovanni ed in particolare dei miei elettori.

L'auspicio di Rita De Lorenzo

Come i miei concittadini ricorderanno, sono stata candidata con l’attuale maggioranza nella lista “La Città che Vogliamo” a sostegno del Sindaco Giovanni Verduci, animata dalla volontà di fornire la mia esperienza per una “buona” amministrazione; con lo stesso spirito e convincimento, ma oggi con un velo di delusione, ritengo sia ancora importante garantire il mio fattivo contributo all’interno del Consiglio Comunale di Motta San Giovanni.

Francamente mi riesce difficile comprendere un tale, “apparentemente ostile”, comportamento nei miei confronti soprattutto da parte del Sindaco Giovanni Verduci. Infatti, ritengo di aver contribuito fortemente, con la mia candidatura, all’elezione  di questa maggioranza. Sono stata contenta di aver condiviso il programma elettorale e di aver contribuito ad assicurare l’elezione dell’attuale Sindaco Giovanni Verduci. Mi auguro, pertanto, che venga a cessare questa incresciosa situazione e che nella prima seduta del Consiglio Comunale venga riconosciuto con la mia surroga il mio diritto a svolgere il ruolo di consigliere comunale di Motta San Giovanni.