Movida reggina, il chiarimento di Domenico Bellantonio: "Non volevo offendere nessuno"

Lidi e movida reggina, è polemica. Il chiarimento di Domenico Bellantonio, dipendente di uno stabilimento balneare reggino

Rispondo pubblicamente a tutti coloro i quali hanno mosso delle critiche in merito alla mia lettera pubblicata su alcune testate giornalistiche qualche giorno fa.

Premetto che solo alcune di queste (testate) sono state intellettualmente oneste nei miei confronti…mentre altre hanno strumentalizzato l’oggetto della mia lettera, credo per ottenere appunto l’effetto desiderato di una aspra discussione su un tema a tutti i reggini molto caro.

La maggior parte delle critiche vengono mosse all’ imprenditore, sbagliando in quanto la lettera è scritta da me che sono un dipendente e non il titolare dell’azienda;
questo ad un occhio più attento avrebbe dovuto essere immediatamente chiaro.

Non era mia intenzione offendere tutti coloro che sono andati via.
(Anch’io come la maggior parte di voi ha affetti , amicizie, interessi ecc fuori Reggio.) ma voleva essere una critica nei confronti di quegli ottusi ( a parer mio) che rientrando dopo decenni in città, la criticano con leggerezza senza rendersi conto che è proprio questo atteggiamento che impedisce alla stessa di crescere ed evolversi.

Concludo dicendo che non ho problemi a chiedere scusa a tutti coloro i quali si sono sentiti offesi. Leggendo attentamente le parole scritte nella prima lettera, gli stessi potranno rendersi conto che non ve ne era motivo.

Grazie

Domenico Bellantonio

Seguici su telegramSeguici su telegram