Nuovi voli in Calabria, Ryanair: 'Reggio? Scalo importante ma con problematiche operative'

Reggio Calabria grande assente dal piano estivo di Ryanair. Anche per questa stagione il TIto Minniti non decolla

C’è una grande assente nell’estate calabrese di Ryanair: Reggio Calabria.

La conferenza stampa di questa mattina che ha visto tra gli attori protagonisti proprio la compagnia aerea irlandese, insieme alla Regione e Sacal, ha messo ben in chiaro l’impegno di Ryanair per il territorio regionale, ma ha evidenziato, ancor di più, l’assoluto isolamento della città dello Stretto.


Le rotte previste per la Calabria nell’estate 2022 non possono che esser prese come una buona notizia dal retrogusto un po’ amaro per i reggini che, ancora una volta, si trovano a dover fare i conti con l’evidenza dei fatti : il “Tito Minniti” è in stallo, ormai da troppo tempo.

Perché Ryanair non vola a Reggio Calabria

Un barlume di speranza si era accesso nell’ormai lontano 2018, quando la compagnia aerea low cost aveva annunciato il suo arrivo a Reggio Calabria. In questi quasi 4 anni, però, ben poco è stato fatto per arrivare ad una soluzione delle problematiche esistenti. A tal proposito, CityNow ha chiesto risposte al Country Manager Mauro Bolla, presente oggi alla conferenza per la presentazione dell’operativo per l’estate 2022.

“L’aeroporto di Reggio Calabria è per noi – ha spiegato – un’interessante opportunità commerciale, che ha però delle problematiche operative che devono essere risolte prima di poter investire nello scalo”.

Ristobottega

Bolla ha poi aggiunto:

“Si tratta per lo più di limitazioni di training per i piloti. Tutte le parti stanno lavorando, il dialogo è aperto e spero che il tutto avvenga velocemente”.