Ospedale di Locri, Davi contro Falcomatà: 'La Città Metropolitana se ne frega'

Malasanità in Calabria, il massmediologo Klaus Davi commenta le condizioni in cui versa l'Ospedale di Locri

Il giornalista e massmediologo Klaus Davi si scaglia contro il sindaco della Città Metropolitana in merito alle condizioni dell'Ospedale di Locri.

Davi denuncia la malasanità al Sud

klaus davi

"L’ospedale di Locri è di nuovo in condizioni difficilissime, i servizi minimi non sono garantiti, mancano gli anestesisti e cosa fa il sindaco metropolitano? Ha fissato qualche incontro istituzionale per segnalare la situazione? È a Roma a segnalare la situazione gravissima della sanità locridea? Ha chiamato il suo amico Speranza? Niente di tutto questo. Falcomatà se ne frega altamente. L’unica sua preoccupazione era collocare amici e amichetti nei posti chiave dopo di che la popolazione della Locride si può ‘attaccare’".

Lo ha dichiarato il giornalista e massmediologo Klaus Davi riguardo l’attuale mancanza di anestesisti all’ospedale di Locri che ha provocato la sospensione degli interventi. Davi nel giugno 2019 realizzò uno spot per denunciare la malasanità al Sud, girato proprio presso la struttura ospedaliera di Locri, in cui “moriva” e veniva rinchiuso in una bara, rappresentando di fatto il funerale della sanità calabrese.