A Locri la presentazione di “Coraìsime”, il romanzo di Bernardo Migliaccio Spina

“Coraìsime” di Bernardo Migliaccio Spina, prefazione di Gioacchino Criaco, per Rubbettino editore, sarà presentato venerdì 11 gennaio

Oscure presenze si annidano in un reticolo di cunicoli e grotte sotterranee; tra passato e presente vivono luoghi spopolati dagli esodi invernali e presi dall’adrenalina dei ritorni estivi. Il filo sotteso al mistero degli “uomini senza testa” è fatto di magarie, riti esoterici e simbolismi. Il dramma di Paolo, Giuseppe e Marta si consuma, tra fuochi divoranti e violenti temporali, in una sorta di epilogo escatologico.

“Coraìsime” di Bernardo Migliaccio Spina, prefazione di Gioacchino Criaco, per Rubbettino editore, sarà presentato venerdì 11 gennaio, ore 17.30, a Palazzo Nieddu, Locri (RC).

L’evento è organizzato dall’amministrazione comunale, assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’editore Rubbettino. Dialogano con l’Autore: lo scrittore Gioacchino Criaco e il direttore editoriale Luigi Franco. Modera Maria Teresa D’Agostino.

«Più che raccontare, Bernardo ci costringe a raccontarci, ci porta nel buio indefinito per ripercorrere ogni secondo della nostra vita, breve o lunga che sia stata, e breve o lunga che sarà. Chi può saperlo cosa ci accadrà, fra un attimo, un’ora, un giorno? È una storia, questa, che non leggiamo, navighiamo convulsi nella piena di una fiumara che sta a Sud, non sappiamo nemmeno dove, in una sponda qualunque di un Mediterraneo antico» scrive Criaco.

Bernardo Migliaccio Spina, regista e attore, nato a Locri (RC), diplomato all’accademia d’Arte drammatica di Palmi, ha firmato tra gli altri i lungometraggi “Malanova, storia di amore e magia” e “L’uomo del gas” e il docu-film “Uvafragola”. Per Francesco Munzi ha curato il casting calabrese del film “Anime nere”. Dirige la scuola di recitazione e regia “LocriTeatro”.

Seguici su telegramSeguici su telegram