Pallacanestro Viola, coach Bolignano post Pozzuoli: 'Avremmo dovuto mantenere i nervi saldi durante l'intero match'

L'allenatore neroarancio evidenzia la mancanza di lucidità dei suoi giocatori durante i momenti salienti della partita

Il match contro la Bava Pozzuoli ha lasciato l'amaro in bocca al coach neroarancio. Le dichiarazioni in conferenza stampa di Domenico Bolignano hanno evidenziato gli errori della compagine di Reggio Calabria ed allo stesso tempo, come impegnarsi per migliorare la resa dell'intero roster.

Rossi uomo partita

Formulo i miei complimenti a Pozzuoli contro la Viola ed allo stesso modo in casa con Ruvo ha dimostrato il suo valore effettivo. Nel momento in cui ti ritrovi un giocatore come Rossi autore di quella mole di canestri diventa scoraggiante arrivare a provare a difendere fuori dal campo.

L'analisi del match è abbastanza complessa

Abbiamo sicuramente affrontato male il secondo quarto, ciò è da attribuire alle stesse dinamiche delle scorse partite; la zona 3-2 ci ha messo in crisi dal punto di vista mentale. Abbiamo attaccato con molta confusione, frenesia, nervosismo preoccupandoci di tirare da tre punti con i piedi per terra con dei tiri senza ritmo. Abbiamo provato a realizzare canestro prendendo un tiro da tre punti, questo era proprio l'obiettivo degli avversari, alla fine abbiamo tirato con ottime percentuali, ci è mancata però la lucidità. Siamo riusciti a rubare tre, quattro situazioni difensive e ripartire in contropiede. Siamo riusciti a trovare un tiro facile, ciò ha permesso loro di invertire il tipo di difesa.

Partita a due facce

E' stata una partita a due facce, eravamo riusciti a rientrare e rimanere in contatto l'intero ultimo quarto, il tiro che ci ha tagliato le gambe è stato quello da tre punti di Potì. E' stato un Rossi show finale, il giocatore campano si è preso la responsabilità di prendere qualsiasi tipo di tiro. Abbiamo ottenuto una valutazione maggiore rispetto ai punti realizzati quindi vinto la lotta a rimbalzo, e realizzato ben 16 punti in contropiede. Non siamo stati bravi a fermare il ritmo alla partita frenetico, cosa da loro voluta per l'intero match, nel momento in cui andava gestito di più, abbiamo commesso troppi errori grossolani per trovare subito la soluzione, il nervosismo ha avuto il sopravvento.

Il pubblico del PalaCalafiore assoluto punto di forza

Provvederò a bacchettare i giocatori, non possiamo permetterci in casa di essere nervosi, dobbiamo trovare maggiore tranquillità rispetto ai nostri mezzi. Abbiamo bisogno di maggiore serenità per evitare la paura di sbagliare, ad esempio commettendo dei semplici passi di partenza per paura di essere giudicati. Dobbiamo affrontare le partite con equilibrio e la giusta verve per vincerle - ha chiosato coach Bolignano - questo è un dato di fatto importante.