Provenzano al TG2: 'Vi spiego perché è importante ripartire dal Sud'

"Quando si investe il Sud è in grado di attivare domanda di beni e servizi anche al Centro-Nord". Le parole del ministro Provenzano

"Al Tg2 Post abbiamo discusso di quanto sia importante che la ripresa parta dal Sud".

L'ultima volta che abbiamo visto il Ministro per il Sud è stato poco prima che il Covid cambiasse per sempre, irrimediabilmente le nostre vite. Era il mese di febbraio, pochi giorni prima della scoperta dei casi in Italia. L'occasione era quella di presentazione del "Piano per il Sud 2030".

Adesso, il ministro Provenzano, che non ha smesso di condurre la sua crociata, è tornato in tv a parlare di quel meridione che, troppo spesso, viene dimenticato:

"Basta considerarlo una pentola bucata, quando si investe il Sud è in grado di attivare domanda di beni e servizi anche al Centro-Nord. Per questo è essenziale farlo ora. E poi c’è anche una questione di diritti, di giustizia sociale, dare la possibilità a un bambino che nasce a Canicattì di fare il tempo pieno a scuola, significa dargli una possibilità in più di emanciparsi da un contesto familiare, geografico che lo penalizza e non gli permette di esprimere tutte le sue energie. E questo adesso serve all’Italia".

Guarda il video

La ripresa parte dal #Sud

Ieri al #Tg2Post abbiamo discusso di quanto sia importante che la ripresa parta dal #Sud. Basta considerarlo una pentola bucata, quando si investe il Sud è in grado di attivare domanda di beni e servizi anche al Centro-Nord. Per questo è essenziale farlo ora. E poi c’è anche una questione di diritti, di giustizia sociale, dare la possibilità a un bambino che nasce a Canicattì di fare il tempo pieno a scuola, significa dargli una possibilità in più di emanciparsi da un contesto familiare, geografico che lo penalizza e non gli permette di esprimere tutte le sue energie. E questo adesso serve all’Italia.

Gepostet von Peppe Provenzano am Mittwoch, 5. August 2020