Reggio, piazza De Nava: partita chiusa. La Soprintendenza ha già deciso

Prevista per domani la decisione (positiva ma con riserva) della Soprintendenza dei Beni Culturali dopo la Conferenza dei Servizi.

Si chiuderà domani la querelle su piazza De Nava, diventata nelle ultime settimane, l'agorà della discordia a Reggio Calabria.

Come anticipato qualche giorno fa, tra meno di 24 ore scade la Conferenza dei Servizi e la Soprintendenza, dopo aver raccolto pareri ed analizzato le richieste delle tante associazioni del territorio, deciderà se approvare o meno il tanto discusso progetto preliminare che eliminerebbe l'attuale piazza, mantenendo solo il monumento a Giuseppe de Nava.

RESTYLING PIAZZA DE NAVA, LA SOPRINTENDENZA HA GIA' DECISO

L'orientamento della Soprintendenza dei Beni Culturali della Calabria, secondo quanto raccolto da CityNow, nonostante il fronte del 'no', animato per lo più da associazioni reggine che hanno a cuore lo stile dell'attuale piazza De Nava, è già ben preciso.

La volontà del Segretario regionale per la Calabria del Mibact dott. Salvatore Patamia è quella di approvare il progetto ma con alcune riserve.

Nulla dunque sarebbe cambiato nella visione della Soprintendenza su piazza de Nava rispetto a quanto stabilito prima della Conferenza dei Servizi. L'approvazione finale del progetto sembra essere adesso scontata anche alla luce dei pareri favorevoli richiesti (ultima l'approvazione della Commissione regionale del Patrimonio culturale).

Se è vero inoltre che molte associazioni sono contrarie al nuovo volto di piazza de Nava manifestando pubblicamente il proprio dissenso è vero anche che molti cittadini silenziosi sono favorevoli alla trasformazione della piazza che di fatto eliminerebbe le attuali barriere architettoniche che impediscono, limitano e rendono difficoltosi gli spostamenti o la fruizione di servizi, specialmente per le persone disabili.

La Soprintendenza nella serata di domani (12 maggio) invierà un provvedimento amministrativo, firmato dal dott. Patamia in cui  si darà un parere favorevole con qualche prescrizione che verrà notificato a tutte le parti coinvolte alla Conferenza dei Servizi.

In attesa dell'ufficialità e dell'approvazione definitiva dunque sembra essere chiusa la partita su piazza de Nava che ha provocato innumerevoli reazioni pro e contro da parte di cittadini e associazioni.

Superato il duro ostacolo si procederà poi all'approvazione del progetto esecutivo. Ed infine al bando pubblico per l'affidamento dei lavori. La strada però sembra essere ancora lunga.

Ma lo scoglio più duro è ormai passato.