Pierfrancesco Favino a Reggio per le riprese di 'Padre Nostro': "Terra bella e complessa"

"Riusciremo a far vedere la complessità e la completezza della regione, che mette insieme le bellezze naturali con un’immagine di sogno", le parole di Pierfrancesco Favino

In parte girato in Calabria, è stato presentato a Roccella Ionica il film ‘Padre Nostro’, diretto da Claudio Noce, interpretato da Pierfrancesco Favino e Barbara Rocchi.

Si tratta di una pellicola drammatica, che uscirà nelle sale nel 2020, scritto dallo stesso regista romano con Enrico Audenino, e prodotto da Lunga Film, da PKO Cinema & Co., società di produzione dello stesso Favino, da Tendercapital Productions in collaborazione con Vision Distribution e con il sostegno della Calabria Film Commission.

La vicenda di “Padre Nostro” è legata all’archetipo del padre ed esalta la forza dell’amicizia che due bambini scoprono durante un’estate particolare. Una stagione che li vedrà condividere momenti di gioco ma anche di formazione, sullo sfondo di una realtà caratterizzata dalla violenza degli anni di piombo che segnarono la storia italiana di fine anni Settanta.

“E’ la prima volta – ha detto Favino – che vengo a lavorare in Calabria. Riusciremo a far vedere la complessità e la completezza della regione che serve nella nostra storia ad una grandissima apertura dei personaggi, mette insieme le bellezze naturali con un’immagine di sogno e si sposa perfettamente con l’idea di apertura e di varietà che può essere sia quella della fantasia dei bambini protagonisti che, fortunatamente, anche quella della realtà”.

Le riprese sono iniziate a Roma a luglio e proseguono in Calabria, sulla costa tirrenica tra Scilla e Palmi, in Sila a Lorica e nella Locride tra Camini e Stignano.

Seguici su telegramSeguici su telegram