Il Planetario Pythagoras celebra il giorno più lungo dell'anno: il solstizio d'estate

A Reggio Calabria nel solstizio d'estate il “giorno” durerà 14 ore e 49 minuti. Inizia così l’Estate astronomica

A Reggio Calabria, nel giorno più lungo dell’anno, il Sole sorge alle 5.34 e tramonta alle 20.23: il “giorno” dura 14 ore e 49 minuti. Inizia così l’Estate astronomica.

Giovedì 20 Giugno, alle ore 15:54 di tempo universale (per l’Italia le 17.54), si verifica, nel nostro emisfero, il Solstizio d’Estate 2019.

La definizione di solstizio, “sole fermo”, potrebbe avere la sua origine non solo dall’osservazione del progressivo arrestarsi dell’altezza al momento del transito al meridiano, ma anche da quella del sorgere del Sole sempre allo stesso azimut dopo il raggiungimento del punto più a nord.

Il fenomeno è dovuto alla inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto all’eclittica. Il Sole celebra il suo trionfo e allo stesso tempo inizia il suo declino: le giornate, infatti, cominciano ad accorciarsi.

Sin dai tempi più remoti il cambio di direzione che il sole compie, tra il 20 e il 22 giugno, è stato visto come un momento particolare e magico. Il Sole, in questo periodo, sembra fermarsi, sorgendo e tramontando sempre nello stesso punto sino al 24 giugno quando ricomincia a muoversi sorgendo gradualmente sempre più a sud.

I solstizi sono stati in passato eventi di grande importanza, osservati da millenni e alla base di tante conquiste, sia del pensiero scientifico e filosofico che della vita quotidiana. Il gran numero di usanze e di piccoli rituali ancora oggi vivi in tutta Europa testimoniano che il solstizio estivo resta uno degli eventi astronomici più amati e profondamente intessuti nella cultura popolare.

Per salutare la Primavera che ci ha lasciando e dare il benvenuto alle stelle del cielo d’Estate, la Cittadinanza tutta è invitata giovedì 20 giugno ore 21.00 allo spettacolo sotto la cupola del Planetarium Pythagoras. Seguirà l’osservazione del cielo con gli strumenti: gli Esperti del Planetario guideranno il pubblico presente nell’individuazione e riconoscimento di stelle, costellazioni e pianeti.

 

Seguici su telegramSeguici su telegram