'A mamma': la dolce poesia in dialetto reggino di Nino Panuccio

"Mamma... sulu na parola, ti amu". Le commoventi parole del poeta reggino

Mamme, sono loro il motore di tutto: della vita, dell'amore, della gentilezza, delle buone maniere. Dedicare a loro la seconda domenica di maggio è solo un modo per ricordare loro e ricordarci quanto importanti siano.

Per celebrarle, ancor di più, il poeta Nino Panuccio ha inviato alla redazione di CityNow un'altra delle sue bellissime composizioni.

POESIA "A MAMMA"

"Quandu 'a mamma mori 
si 'ndi vai nu pezzu 'i cori
comu tanta fu 'a me pena 
quandu muriu me mamma Filumena. 

'A cara mamma sempri 'a penzu
ndi parramu sempri cu Vicenzu. 
'A so buntà era infinita, 
tantu 'ndi ressi anni 'nta vita. 

'Ndi ressi gioia e tantu amuri,
cu sapi sulu 'u signuri. 
E u signuri a vossi 'nto paradisu
mi 'nci runa gioia e sorrisu. 

Eu 'u sacciu 'o mamma mia, 
tu 'ndi apri sempri a via
'a via giusta, a via maestra
tanti auguri... oggi è 'a to festa.

A tutti i mamma tanti auguri
a vui mamma chi dati amuri 
l'amuri chi dati, nui vi ramu
mamma... sulu na parola, ti amu".