Reggina, la Serie A 25 anni dopo. Mister Possanzini a CityNow: "La promozione è stata una vittoria di tutti, compresi i tifosi"

L'indimenticato bomber amaranto ha presenziato a Reggio Calabria ospite dell'Associazione Italiana Allenatori Calcio

All’interno del prestigioso Foyer del Teatro “Francesco Cilea” si è svolto l’incontro tematico organizzato dall’AIAC con argomento i “Principi di gioco attraverso il gioco”. Ha moderato il dibattito il giornalista Dario Baccellieri, alla presenza del Presidente e promotore Pasquale Sorgonà, di Mister Mommo Misiti e del sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà e del relatore Davide Possanzini. La giornata del 13 giugno non è stata casuale, rappresenta infatti la data della promozione in Serie A della Reggina, 25 anni dopo l’attaccante ed adesso Mister del Mantova ha presenziato a Reggio Calabria.

Ai microfoni di CityNow prima dell’inizio del convegno, Possanzini ha dichiarato:

“A livello emotivo è difficile ricordare quel preciso giorno, a freddo ricordi meglio e di più quei momenti. E’ stata un’impresa sportiva, una vittoria di tutti, dei tifosi che ci hanno pian piano sostenuto. Ritornando a Reggio Calabria, c’è consapevolezza di ciò che hai fatto, ripercorrendo le strade ti accorgi di ritornare a casa. Ho cominciato ad esser consapevole di poter diventare allenatore quando ho finito la mia carriera di calciatore. Ho iniziato dalle giovanili, non sapevo di intraprendere questo percorso. Un po’ come è stato per la Reggina, partendo in sordina e poi trionfando nel finale. Ripensando a 25 anni fa la situazione attuale amaranto non è delle migliori sicuramente, però bisogna continuare a sperare ad una rinascita ed impegnarsi in tal senso. Mister Pergolizzi è un buon allenatore, farà sicuramente bene. Possanzini alla Reggina? Non si sa mai cosa possa accadere, quello che mi sta comunque più a cuore è il futuro della squadra, auspico possa tornare ai tempi migliori”.