Regionali Calabria, le proposte dell'ordine dei Geologi ai candidati Presidenti

Acque, urbanistica, energia pulita, rischio geo-idrologico e tanto altro. Il Presidente Aliperta lancia la sfida ai candidati Governatori

"I disastri che ciclicamente si verificano nelle regioni italiane evidenziano la drammatica vulnerabilità del territorio rispetto agli eventi naturali, anche in conseguenza di un’antropizzazione scriteriata e di una manutenzione insufficiente delle opere. Risulta necessario avviare azioni politiche efficaci e urgenti per la mitigazione dei rischi, basate su una corretta definizione delle priorità degli interventi, con assegnazione adeguata di risorse economiche".

Lo scrive ai Candidati a Governatore della Regione Calabria, il presidente dell'Ordine dei Geologi della Calabria Alfonso Aliperta con l'auspicio che ciascun candidato voglia accogliere e attuare nel corso della propria attività politica, anche a prescindere dall'esito elettorale, proposte fondamentali per la tutela del territorio calabrese e la sicurezza della popolazione.

Ordine Geologi della Calabria: le proposte ai candidati Presidenti

"Emerge la necessità di indirizzi politici nuovi, capaci di superare la logica delle emergenze, e di coinvolgere i soggetti interessati alla mitigazione dei rischi e alla valorizzazione delle geo-risorse, con effetti positivi anche sul piano economico. A tal riguardo, assumono particolare rilevanza la qualità della formazione scolastica e universitaria, l’aggiornamento professionale, e la diffusione di conoscenze specialistiche. L’Ordine dei Geologi della Calabria ha individuato alcuni indirizzi prioritari e ne auspica l’urgente attuazione da parte dell’amministrazione regionale. Detti indirizzi dovrebbero trovare applicazione attraverso: la semplificazione normativa per il governo e la manutenzione del territorio; l’adozione di un approccio tecnico-scientifico multidisciplinare, ispirato alle più recenti conoscenze nel settore; l’assegnazione di adeguate risorse economiche per idonei orizzonti temporali, mediante l’utilizzo di opportuni meccanismi finanziari".

L’Ordine chiede, pertanto, che vengano incluse nel programma del nuovo governo regionale una serie di azioni prioritarie, riguardanti i temi segnalati in dettaglio nel proprio documento di indirizzo.

"I temi vanno dall’istituzione di una Servizio Geologico Regionale, alla Pianificazione territoriale (Legge Urbanistica, Piani di Emergenza comunali, PAI e PGRA), al riordino della normativa sulla difesa del suolo, all’istituzione di presidi idrogeologici permanenti, al monitoraggio e miglioramento della legge sismica, al completamento degli studi di microzonazione, alla riqualificazione urbana, al Piano di tutela delle acque, allo sfruttamento di forme di energia pulita (come quella geotermica), alla regolamentazione delle attività estrattive, allo snellimento delle procedure di pagamento delle prestazioni professionali, al miglioramento del sistema di allertamento regionale per il rischio geo-idrologico, alla redazione di una legge per la mitigazione del rischio da Radon, alle bonifiche ambientali - conclude Aliperta -. Dedicando la giusta attenzione alle tematiche proposte, si potrebbero produrre notevoli benefici, in termini di sicurezza, per la popolazione calabrese, cogliendo una formidabile occasione di rilancio economico e occupazionale per l’intero territorio".