Reggina: Baroni, la promessa mantenuta e la sfida vinta, ma sul rinnovo...

Il tecnico della Reggina torna sulle dichiarazioni del presidente Luca Gallo e commenta

Stagione quasi finita, obiettivo principale raggiunto e sogno svanito. Dopo Lecce-Reggina c'è soddisfazione ed orgoglio per il tecnico Baroni, ma anche quel dispiacere per un qualcosa che si stava assaporando e che avrebbe reso questo finale di stagione per lui e la sua Reggina più esaltante. Rimane il match da giocarsi con il Frosinone che si vuole vincere ad ogni costo, ma un minuto dopo la gara di Via del Mare, si è parlato di futuro. Sarà l'argomento dei prossimi giorni il rinnovo di contratto per Marco Baroni. Su questo argomento tre giorni addietro si è espresso il presidente Luca Gallo:

Gallo: "I contratti si fanno in due"

"Come potrei oggi non dire che il mio pensiero è quello di continuare con mister Baroni. Il lavoro lo ha fatto, quando trovi una persona che promette e mantiene, tu devi almeno provare a tenerlo. Fermo restando che i contratti si fanno in due. Ci siediamo al tavolo in due, io rappresento il club e lui rappresenterà se stesso. Gli presenterò un contratto e farò in modo di avvicinarmi il più possibile a quello che il tecnico pensa di dover avere. Spero che sia contento di rimanere alla Reggina e fino ad ora mi ha detto che sarebbe contento di farlo".

Sull'argomento, sollecitato dalle domande dei cronisti, è tornato il tecnico Baroni che ha dichiarato:

“Il presidente ha detto bisogna essere in due per firmare un contratto ed ha ragione. Io sono venuto qui senza fare richieste economiche, ho lanciato una sfida a me stesso e mi serviva una situazione così. Ma adesso però c’è ancora partita importante, ci sarà tempo e modo per discuterne. Per me non esistono partite ininfluenti o meno importanti. Ci vuole rispetto per questi ragazzi, anche perchè magari c’è qualcuno che aspetta il momento di giocare. Poi ci sarà il tempo per fare tutte le altre valutazioni”.