Reggina: la continua crescita del gruppo e le possibili scelte contro il Benevento

Si vuole continuare a vincere, ma bisogna farlo con le caratteristiche delle ultime giornate

Consapevolezza, desiderio di proseguire sulla scia degli ultimi successi, ma anche razionalità, quella necessaria per affrontare un avversario in ritardo nella classifica generale ma comunque forte in ogni suo reparto e con giocatori importanti recuperati. Inzaghi continua il suo lavoro settimanale e spera di ritrovare la Reggina del secondo tempo di Venezia, ogni sosta nasconde sempre delle insidie e la speranza che questo non riguardi gli amaranto. L’undici reggino è cresciuto molto nelle ultime partite, confermando la capacità di comandare il gioco, aggiungendo una componente essenziale soprattutto in un campionato imprevedibile e difficile come quello di B e cioè la capacità di gestire il match nelle sue diverse fasi. Gli evidenti segnali sono arrivati dalla trasferta di Cagliari e soprattutto in casa contro il Genoa con una brutta parentesi in quel primo tempo in laguna, subito recuperato da una seconda parte di livello.

ipotesi undici iniziale

E’ facilmente immaginabile che nell’undici iniziale vi siano delle novità, o meglio si torni a quelle scelte già viste prima di Venezia con l’inserimento sin dal primo minuto di Di Chiara e Menez, mentre nulla dovrebbe cambiare nell’asse centrale difensivo come anche in mezzo al campo dove balza all’occhio l’esponenziale crescita del brasiliano Hernani. Due gol consecutivi per lui che hanno consentito alla squadra di guadagnare sei punti, così come Canotto apparso in grande spolvero.