A poche ore da Spal-Reggina, il presidente Cardona su Inzaghi, DG e DS, i tifosi

Un passaggio su questo inizio di campionato ed il patron Saladini: 'Se a Reggio si parla ancora di calcio. il merito è solo suo"

A poche ore dall'esordio stagionale in campionato della Reggina, le dichiarazioni si Gazzetta del Sud del presidente Marcello Cardona: "Il nostro obiettivo è quello di vedere giocare bene la Reggina e così sarà. Sono emozionato per essere tornato a casa, la mia è stata una scelta di legalità e trasparenza. Io e il mio patron abbiamo tracciato una strada che intendiamo perseguire: correttezza, lealtà, professionalità, lavoro e sacrificio saranno i principi dai quali non ci allontaneremo. Non intendiamo illudere nessuno, non saranno fatte promesse roboanti, dico soltanto che si cercherà di mettere il massimo impegno per portare il club sempre più in alto e costruire qualcosa di duraturo. Saladini ha avuto il coraggio di rilevare una società che aveva non pochi problemi finanziari. Se a Reggio si parla ancora di calcio. il merito è solo ed esclusivamente suo".

La partita con la Spal

"Ho visto i ragazzi motivati, la Spal è forte ma noi non siamo da meno ed in panchina abbiamo un fuoriclasse come Pippo Inzaghi, il nostro valore aggiunto. Fuori dalla panchina è una persona semplice dalle grandi qualità morali, preziosi anche i suoi collaboratori, persone squisite".

L'organigramma della società ed i tifosi

"Sono stati scelti professionisti di un certo spessore. In due mesi si è costruito un organigramma di alto livello, a conferma della bontà del progetto. Mi preme sottolineare anche il lavoro svolto da Gabriele Martino e Massimo Taibi che stanno operando in maniera eccellente. Sono stati acquistati giocatori importanti, orgogliosi di indossare la nostra maglia, al S. Agata si respira un'aria serena. Sugli abbonamenti, il patron Saladini ha voluto fare l'ennesimo gesto di attenzione e di rispetto verso il pubblico, i tifosi rappresentano una componente fondamentale".