Reggina, De Lillo: 'La nuova proprietà troverà sistemata la rateizzazione'. Il dettaglio

"Con Gallo la Reggina si sarebbe iscritta lo stesso. Voleva cedere, magari a gruppi più importanti. Il bilancio non presenterà sorprese"

Giorni intensi e frenetici, le notizie si susseguono e per fortuna nelle ultime ore si registrano novità positive per la Reggina. La speranza è quella di poter trasformare a breve tutto in trattativa e battere il poco tempo a disposizione per chiudere e definire la cessione del club. A proposito di tempi, sempre su Gazzetta dello Sport, il GM De Lillo segna le tappe del percorso insieme ad un passaggio sul presidente Luca Gallo.

Le scadenze

"La scadenza del 16 maggio è stata rispettata, l'ho sottoscritta io con la supervisione dell'avvocato Perna. Siamo in continuo contatto, in ogni caso il bilancio non presenta sorprese, i numeri sono quelli lì, i debiti non superano il valore della società, all'incirca dai 10 ai 20 milioni la quotazione di un club della cadetteria. La Reggina rimane una società importate e allettante. Inoltre la nuova proprietà troverà sistemata la parte relativa alla rateizzazione del debito con l'Erario, l'iscrizione toccherà ai nuovi acquirenti. Nella volontà del presidente c'era l'intenzione di dare un futuro alla Reggina, con Gallo la squadra si sarebbe iscritta ugualmente, stava lavorando per darle un futuro migliore e tra le sue idee c'era la cessione, magari a gruppi più importanti per valorizzarla".