Reggina: il DS Taibi parla delle strategie del prossimo mercato amaranto

"Gli altri dovranno cambiare molto, noi cerchiamo la ciliegina"

La Reggina dei record, la costruzione di una squadra che oggi sembra non avere difetti. E' intervenuto a "Passione Amaranto" il DS Massimo Taibi, parlando pure di quanto la Reggina sia tornata al centro dell'attenzione e di quanto gli avversari ne parlino:

"Quando si parla in continuazione di una squadra è sicuramente perchè la si teme, ma noi non dobbiamo cadere in questa trappola. La squalifica? Dalla tribuna si vede meglio, la squadra è messa ottimamente in campo dal tecnico ed i giocatori lo segue con grande attenzione, gioca un grande calcio, davvero un bel vedere.

I meriti? Quando le cose non vanno bene la colpa è del DS, quando vanno bene di tutti (ride). Scherzi a parte mi piace lavorare dietro le quinte, alla fine è veramente così i meriti sono sicuramente del presidente, del tecnico e dei giocatori che scendono in campo. Io devo pensare ad altro e sto già lavorando per il futuro.

In questo momento a ritoccare questa squadra si fa fatica, meno ci metti mano, meno danni fai. Ci siamo fatti una idea su un paio di situazioni che si possono realizzare. Per quello che riguarda le uscite non abbiamo voglia di mandare via nessuno, poi se qualcuno di quelli che gioca meno chiedesse di andare via io lo accontenterei, ma se dovesse dipendere da noi resterebbero tutti.

Se ti dicessi dove vogliamo intervenire sarebbe antipatico in questo momento. Ma non interverremo perchè manca qualcosa, semplicemente per provare a rendere la squadra più forte in vista dello sprint finale. Non vorremmo arrivare a marzo dicendo, potevamo fare meglio. Per i rinnovi ci stiamo già muovendo. La necessità delle dirette concorrenti di intervenire sulla campagna di rafforzamento per noi può rappresentare un vantaggio.

Mentre noi cerchiamo la ciliegina sulla torta, gli altri forse devono cambiare molto perchè le scelte estive si sono rivelate sbagliate. Non voglio fare il finto umile, ogni gara è difficile e domenica giocheremo su un campo complicato e se dovessimo uscirne indenni  allora si farà veramente dura per tutti".