Reggina, Garufo: 'Adesso è il momento di parlare. Eravamo i più forti'

"Ho vinto quattro campionati, sarebbero cinque, ma la Ternana di mister Toscano..."

C'è ancora voglia di festeggiare in casa Reggina. Ospite di Passione Amaranto, uno dei grandi protagonisti della straordinaria cavalcata, Desiderio Garufo, il calciatore che ha fatto poker in fatto di promozioni: "Una intera tifoseria aspettava da tempo il raggiungimento di questo obiettivo. Si è lavorato duro per arrivarci, grazie al contributo di tutti. Dalla società forte ed ambiziosa, lo staff dirigenziale e tecnico, i calciatori ed i nostri grandissimi tifosi.

Oggi siamo qui a parlare di una grande vittoria e di un'annata che rimarrà indelebile per i tanti record che abbiamo messo insieme, pur non avendo completato la stagione.

Si, ho conquistato quattro promozioni dalla C alla B con Novara, Parma, Trapani e Reggina. Poi c'è quella dalla B alla A con il Parma, anche se per diversi motivi ero fuori rosa e poi quel campionato vinto in C con il Taranto che, per motivi legati alla penalizzazione, pur arrivando primi, ci collocammo dietro la Ternana di mister Toscano.

La scorsa estate sono arrivato in punta di piedi. Mister e direttore mi conoscevano bene e si è rimasti in attesa di una serie di combinazioni per poter poi arrivare alla firma. Ho atteso in silenzio, oggi sono fiero non solo di aver fatto parte di questa squadra, ma anche per il rinnovo arrivato qualche mese addietro propostomi da una società forte ed ambiziosa.

Adesso possiamo dirlo. Non abbiamo mai parlato nell'arco dell'intera stagione. Ci hanno messo dietro diverse squadre in sede di pronostici, tutti hanno sempre detto qualcosa e commentato episodi o altro. Anche durante la lunga fase di stop ognuno ha detto la sua su come sarebbe andata a finire, mentre la Reggina ha sempre saggiamente atteso in silenzio. Ripeto, adesso possiamo dirlo, noi avevamo uno squadrone, non c'è dubbio e lo svolgimento del campionato lo dimostra. Siamo stati i più forti".