Nuovo progetto Oreste Granillo. La Reggina ed il presidente Luca Gallo sono pronti

Tutte le tribune coperte, spazi verdi e ricreativi, un museo, cinema, teatri e ristoranti

Un intervento molto interessante quello del dirigente della Reggina Fabio De Lillo all'interno di "Passione Amaranto". Si è parlato di strutture, dell'incontro avuto con il sindaco della città Giuseppe Falcomatà e quindi di Granillo e S. Agata:

Il nuovo Granillo. Moderno e confortevole

"L'idea progettuale che si ha sull'Oreste Granillo la conoscete tutti da tempo. E' importantissimo per noi che ci sia totale convergenza con gli amministratori di questa città, è un ottimo punto di partenza. Lo si vuole mantenere strutturalmente così come è adesso, ma rendendolo più moderno. In Italia abbiamo tanti esempi come lo Stadium della Juventus, quello dell'Udinese, lo Stirpe di Frosinone che abbiamo visitato nel corso della nostra partita di campionato. Uno stadio confortevole nella visione delle partite, per gli sponsor che vogliono investire sulla Reggina, per i tifosi, tutto questo non solo legato ai novanta minuti della partita, ma per l'intero anno. Un vero punto di incontro dei cittadini di Reggio per attività ricreative, sociali, commerciali, potendo sviluppare tutta l'area attorno al Granillo intervenendo sulle aree accanto per esempio quelle vicino alla ferrovia, oggi totalmente abbandonate. Le trasformeremo in parchi verdi in cui all'interno ci sia la possibilità per le famiglie di godere di spazi per i loro figli, mentre all'interno dello stadio, la creazione di aree commerciali, teatri, cinema, ristoranti, pub per i giovani".

Convergenza di idee con il sindaco Falcomatà

"Il Granillo è già adesso uno stadio bellissimo, ma immaginatelo più moderno, con le tribune tutte coperte. L'amministrazione comunale ci ha già comunicato le proprie idee riguardo lo sviluppo di quell'area ed è importantissimo che ci sia convergenza in questo senso. Un percorso che avrà i suoi tempi, nell'immediato futuro noi contiamo di dare incarico all'azienda che si occuperà del progetto, presentarlo all'amministrazione comunale e far partire un iter che non è breve, ma neppure lunghissimo e quindi fra qualche anno avere il Granillo come uno stadio moderno e frequentabile tutti i giorni della settimana".