Reggina in B - Emergenza COVID in secondo piano. E' valzer assembramenti...

Il conto delle folle e dei raggruppamenti di persone accecate di entusiasmo si perde in un attimo. E le mascherine, quelle, sono davvero un optional...

Baci, abbracci, strette di mano, pacche sulle spalle, mani nei volti altrui per gioire ed esultare.

La Reggina in B nullifica il COVID e il coronavirus non spaventa più. La tanto amata Reggina ritorna nella serie cadetta dopo sei stagioni e la città si lascia andare ai festeggiamenti.

Oltre ai social (9 post su 10 riguardano la promozione) ad essere invase di amaranto sono le strade del centro città e non solo.

Altro che assembramenti. Il conto delle folle e dei raggruppamenti di persone accecate di entusiasmo si perde in un attimo. E le mascherine, quelle, sono davvero un optional. Insomma la Reggina in B annulla il virus che ci ha tenuti in casa per quasi tre mesi. Alla faccia della quarantena e dei tanti sacrifici fatti.

Tutto questo a poche ore di distanza dall'ennesima raccomandazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che consiglia ancora l'utilizzo di mascherina e guanti anche nelle aree pubbliche.

Qualcuno potrà replicare che in Calabria i casi sono '0' o vicini allo zero ma è proprio questo il momento ed il periodo, come consigliato da medici ed esperti di tutto il mondo, di tenere alta la guardia.

Sarà una settimana, come è giusto che sia di festeggiamenti e venerdì alle 22:00 si terrà la festa degli ultras all'Arena.

Vogliamo raccomandare ai cittadini massima attenzione. Per questo, prendiamo in prestito le parole del GOM di Reggio che quotidianamente ormai da oltre cento giorni conclude così il proprio bollettino:

La Direzione continua a raccomandare a tutta la cittadinanza il rispetto delle misure di prevenzione del contagio col medesimo senso civico fin qui dimostrato. In particolare, si ricorda di rispettare la distanza interpersonale nonché di tenere comportamenti sociali responsabili a tutela della salute di tutti.

Comportamenti responsabili, appunto...