La Reggina non sbaglia: Paganese KO sotto i colpi di German Denis

Doppia festa sugli spalti: adesso la capolista è a +8 dal Bari

Termina sul punteggio di 3-0 in favore degli amaranto la gara tra la Reggina e la Paganese, disputata allo Stadio Granillo, e valevole per la giornata numero 27 del campionato di Serie C, girone C. Una doppietta di Denis e la rete di Rubin archiviano la pratica campana e permettono alla banda di Mimmo Toscano di gettare con più serenità lo sguardo al match di mercoledi prossimo contro il Catanzaro.

LE SCELTE DEI DUE TECNICI

Mister Erra opta per il 3-5-2 con l'ex Baiocco tra i pali. La difesa è composta dal trio Sbampato, Stendardo, Panariello. In mezzo al campo presenti Caccetta, Bramati e Bonavolontà. Sugli esterni spazio a Carotenuto e Perri. Tandem offensivo formato da Diop e Calil. La Reggina scende in campo con il consueto 3-4-1-2 condito però da diverse novità. In porta come di consueto Guarna. In mezzo al trio difensivo torna Bertoncini: al suo fianco Loiacono e Rossi. In mezzo al campo ci vanno De Rose e Bianchi con Garufo e Rubin ai lati. Nel ruolo di trequartista presente Bellomo a supporto di Reginaldo e Rivas. Panchina per Denis, Rolando e Liotti.

PRIMO TEMPO

La gara prende il via su ritmi piuttosto blandi con zero occasioni da segnalare nei primi 10 minuti di gioco. Il primo mini-squillo arriva al minuto numero 14 con Diop, che ci ha provato dai 30 metri con un tiro di controbalzo che termina però debole e centrale tra le braccia di Guarna.

La prima occasione degli amaranto arriva al minuto numero diciassette, quando Rivas dal limite dell'area non riesce ad inquadrare lo specchio della porta calciando abbondantemente a lato. Pochi minuti dopo ci ha provato Reginaldo direttamente da calcio di punizione: la conclusione termina alta sopra la traversa.

Prova a premere sull'acceleratore la squadra di Toscano, e alla metà del primo tempo c'è ancora un tentativo di Reginaldo dall'interno dell'area di rigore: il suo mancino è però debole e Baiocco blocca agilmente. Sulla ripartenza è scattato il pesante giallo per Nicolò Bianchi, che salterà dunque il match di Catanzaro.

Alla mezz'ora a seguito di numerosi rimpalli nell'area di rigore ospite, ci ha provato con un destro al volo Nicola Bellomo. La sua conclusione è stata prontamente ribattuta dalla difesa campana.

A cinque minuti dal termine ci ha provato Diop con il destro a seguito di un tocco di testa sbagliato da parte di Rossi. Per fortuna della Reggina il tiro è partito debole e Guarna ha bloccato in presa plastica.

Allo scoccare del quarantacinquesimo è stato annullato un goal alla Reggina: aveva segnato Rivas con un colpo di testa a seguito di un cross i Bellomo da calcio piazzato. Da chiarire però le circostanze, apparse confuse in presa diretta, e la segnalazione del direttore di gara che inizialmente aveva assegnato il goal. Nella circostanza grande confusione anche da parte dell'assistente, che non aveva immediatamente ravvisato l'ipotetica posizione di offside.

Termina dopo sette minuti di recupero di totale arrembaggio amaranto (senza però risultati) la prima frazione di gara. Reti bianche al Granillo.

SECONDO TEMPO

La prima mossa di Toscano ad inizio ripresa è la sostituzione Denis-Rivas per dare più peso all'attacco. E subito porta i suoi frutti: il Tanque infatti a due minuti dal fischio d'inizio si guadagna e trasforma un calcio di rigore con la solita freddezza. E' vantaggio amaranto.

Cinque minuti dopo arriva anche il raddoppio dei padroni di casa con Rubin, abile a sfruttare una respinta corta di Baiocco. Il suo mancino finisce inesorabile alle spalle dell'ex amaranto.

Al decimo minuto gli ospiti perdono anche un uomo per doppio giallo: Perri dopo aver perso il duello in velocità con Guarna (abile ad anticiparlo in uscita), ha risposto con un fallo di reazione che gli è costato caro. Pochi minuti dopo sempre per i padroni di casa c'è da segnalare una conclusione velleitaria di De Rose, che colpisce male un buon pallone da posizione favorevole.

Il capitano amaranto ci prova esattamente un minuto dopo al termine di una serie di passaggi di alta scuola tra Denis e Reginaldo. Il suo "rigore in movimento" termina per sua sfortuna a lato della porta difesa da Baiocco.

Sempre Reggina in attacco, questa volta a fare la barba al palo è Reginaldo che con un destro a giro da posizione defilata ha messo non poca paura agli ospiti.

Poco prima della mezz'ora tripla occasione per la Reggina: l'estremo difensore ospite è però questa volta bravissimo ad opporsi alle conclusioni di Rivas (due volte) e Reginaldo.

A cinque minuti dal termine arriva anche il tris, sempre a firma German Denis. Azione in contropiede manovrata da Bianchi, abile a servire Sounas, che dopo aver saltato un paio di uomini ha cercato e trovato il Tanque, che in girata, al volo, ha trafitto Scevola (entrato al posto dell'infortunato Baiocco).

Al termine di quattro minuti di recupero, termina dunque il match al Granillo. Doppia festa sugli spalti: il Bari è stato fermato sul punteggio di 1-1 dalla Cavese. Reggina adesso a +8 dai pugliesi.