Reggina, Federico Ricci: 'Non sono soddisfatto. Voglio essere più incisivo'

"Con i tifosi allo stadio è un altro tipo di partita, un altro sport.. è il calcio"

E' tra i pochi che ancora non hanno reso per come tutti si aspettavano. Fortemente voluto dal tecnico Aglietti, l'esterno Federico Ricci ha inciso poco in questa prima parte di stagione e viene per il momento ricordato solo per l'assist a Galabinov in quel di Crotone e poco altro. Intervistato da Gazzetta del Sud, con molta obiettività parla del suo rendimento, ma anche dell'ambizione a voler fare molto di più:

La Reggina contro un avversario forte

"Siamo consapevoli di affrontare una delle quadre più forti del campionato. Ci stiamo preparando al meglio, non dobbiamo concedere nulla e partire con la giusta intensità e concentrazione. In queste gare il primo errore lo paghi subito. Mi aspetto una bella partita contro una compagine molto offensiva, ma avremo il Granillo pieno e questo renderà l'atmosfera ancora più entusiasmante".

Con i tifosi un'altra storia

"Con i tifosi allo stadio è un altro tipo di partita, un altro sport.. è il calcio. Senti l'adrenalina, la gente ti sprona ed in questo siamo stati bravi anche noi a portare il pubblico dalla nostra parte. Importante perchè i tifosi possono essere veramente l'arma in più ed il Granillo lo è sicuramente".

Il rendimento di Ricci fino al momento

"Sono molto ambizioso e voglio fare di più, essere incisivo nel match e nei risultati finali. Devo lavorare perchè si può e si deve fare sempre meglio. Non posso ancora essere soddisfatto dei numeri personali, ma di certo non è mai mancata la voglia di aiutare la squadra. Sarebbe fantastico segnare il primo gol in una gara come quella con il Parma davanti al nostro pubblico".