Reggina, parla Situm: 'L'obiettivo personale ed il mio ruolo preferito'

L'esterno della Reggina, ringrazia il presidente Luca Gallo

Un gol purtroppo inutile nel corso di questa stagione, un inserimento graduale in squadra, poi l'infortunio ed ora il rientro con prestazioni importanti. Per Mario Situm è il modulo di mister Baroni quello ideale e che esalta le sue caratteristiche, ne ha parlato a "Passione Amaranto":

Contento per la vittoria, dovevamo fare più gol

"Abbiamo dimostrato a tutti che siamo un gruppo unito e che vogliamo fare cose importanti. Il mister sta parlando con tutti i calciatori, vuole che seguiamo le sue idee ed in campo dobbiamo avere lo stesso pensiero. Purtroppo non abbiamo fatto tanti gol rispetto alle occasioni create, ci sono ampi margini di crescita, ma queste partite ravvicinate non ci consentono di poter lavorare in maniera più approfondita".

Il modulo preferito da Situm

"Mi piace il nuovo modulo, anche la squadra ha reagito bene. Due giocatori sulla stessa fascia creano la superiorità numerica e con Delprato alle mie spalle mi sento più sicuro. Stiamo crescendo tutti insieme, posso dire che il mio ruolo preferito è il quarto di sinistra in modo da poter entrare dentro il campo per calciare con il piede preferito, il destro, ma in questo momento il tecnico mi chiede di giocare sull'altra corsia. Non sono ancora al cento per cento, l'infortunio mi ha impedito di allenarmi per un pò, ma posso dare molto di più, conosco il mio fisico e sono sicuro di poter fare molto meglio".

Il grazie a Luca Gallo e l'obiettivo play off

"Oggi tutti sappiamo dove siamo e che dobbiamo tirarci fuori al più presto. Mister Baroni punta alle cose più semplici, per il resto si vedrà. Ringrazio il presidente Luca Gallo, ci è stato sempre vicino, anche nei momenti di grande difficoltà, ci ha aiutato ed incitato. La serie B è lunghissima, credo in questa squadra che ha tanta qualità e come obiettivo personale e anche di gruppo, spero si possano raggiungere i play off. Sono tornato in Italia ed ho voluto la Reggina, non pensavo a queste difficoltà vista la forza dell'organico, ma ne verremo fuori, faremo grandi cose".